Nick Kyrgios: “Sto maturando, ne sono convinto”

Nick Kyrgios: “Sto maturando, ne sono convinto”

La stagione di Nick Kyrgios non è stata esaltante per quanto riguarda i risultati, tuttavia secondo il talento di Canberra la sua maturazione è costante.

di Alex Bisi, @AlexBillyBisi

Nick Kyrgios è stato premiato dalla sua città come atleta dell’anno nonostante la stagione 2018 sia stata costellata più da infortuni e polemiche che da risultati positivi.

Il suo temperamento “caldo” lo ha spinto a contattare uno staff di psicologi per migliorare nella gestione degli incontri per riuscire finalmente a far fruttare tutto il suo potenziale.

Il primo appuntamento stagionale del 2019 sarà il torneo di Brisbane, Nick racconta di sentire già gli influssi benefici del lavoro che sta svolgendo con questo team di esperti e ne parla in un’intervista dopo la cerimonia di consegna del premio svoltasi qualche giorno fa a Canberra.

“Mi sento come se avessi finalmente scoperto cosa funziona in me, i lunghi tour lontani da casa dando peso a cose inutili son ciò che mi hanno fatto far male in questa stagione. So di dover alleggerire la mia agenda, giocar i tornei a cui davvero tengo e il resto del tempo dedicarlo alla mia fondazione, che mi trasmette sempre vibrazioni positive.”

Un Kyrgios molto posato, sembra quasi un Djokovic più acerbo nel modo di parlare, intenzionato a indirizzare la sua grandissima energia in un canale positivo.

“Son davvero felice di esser premiato dalla mia città, assieme ad un sacco di altri bravissimi atleti, come sportivo meritevole. Sto cercando di gettare le basi per crescere come persona, mi sto concentrando su questo obbiettivo. Ho dovuto fermarmi per veder cosa mi ha reso felice i nquesti anni, vedendo i bambini che non hanno opportunità per fare sport ho aperto gli occhi e ho cercato di dar loro una possibilità. Lì ho scoperto cosa mi rende felice.”

Risultati non entusiasmanti, prestazioni opache, infortuni hanno segnato questa stagione tennistica,  senza dimenticare quanto successo con Mohamed Lahyani agli ultimi UsOpen.

Per bene della sua carriera speriamo che finalmente Nick trovi un equilibrio per potersi esprimere al massimo e con costanza, intanto vi segnaliamo un’iniziativa sulla sua pagina Facebook per partecipare al primo Slam dell’anno, sempre che i terrapiattisti non convincano l’ATP che l’Australia non esiste…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy