Per Elina Svitolina l’era di Serena è finita

Per Elina Svitolina l’era di Serena è finita

La n. 4 del mondo, ai nastri di partenza alle Wta Finals di Singapore, è felice della sua stagione: “Il mio obiettivo era vincere tanti tornei, ma la prima posizione mondiale non è la mia priorità”.

2 commenti

Il 2017 è stato senza dubbio l’anno della svolta per Elina Svitolina, che nei primi sette mesi ha giocato un tennis incredibile vincendo Taipei, Dubai, Istanbul, Roma e Toronto ed entrando stabilmente fra le prime otto del mondo (ora è alla quarta posizione). L’ucraina ora è motivata a dare tutto nell’ultimo torneo della stagione, in programma da domani: “I miei obiettivi della stagione erano qualificarmi per Singapore, vincere titoli, migliorare il mio gioco e fare bene negli Slam. Diventare n. 1 è un traguardo che può arrivare più tardi: sono giovane e adesso non è la mia priorità. Voglio dire, quest’anno non ho disputato tornei come Tokyo e Wuhan, se avessi voluto a tutti i costi diventare n.1 ci sarei andata.

Wta Briefing: Finals, l’analisi dei due gruppi. Chi sarà la nuova maestra?

“Ora qui alle Finals spero di essere la favorita, ma è molto dura, perché ci sono grandi giocatrici in entrambi i Gruppi. In pochissimi giorni devi affrontare le migliori tenniste del mondo: il margine è molto ridotto, vince chi gestisce meglio la pressione”. Svitolina ha commentato anche il fatto che nel 2017 si sono susseguite ben cinque giocatrici in vetta alla classifica: “Penso che sia bello per il circuito che tante giocatrici ora possano ambire alla vetta. Serena ha dominato per tanto tempo, ma ora le cose sono cambiate: siamo in un’era diversa“.

 

 

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Maria Rosaria Facci - 2 mesi fa

    …vedremo cara…vedremo prossimamente…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. louifl_744 - 2 mesi fa

      Vedrai, vedrai, vedrai che cambierà. Molto presto. Lei non potrà sopportare quello chye sta passando Venus, una vera fuoriclasse e una grande signora, incapace di essere feroce come la sorella, che deve anche alla ferocia una parte delle sue vittorie. Non le togliamo nessun merito, ma diciamo che faremmo davvero a meno di vederla esibire la ferocia disumana della sua natura, che è gentile, perché finta, solo quando le cose le vanno bene… il che purtroppo accade(va) spesso.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy