Roberta Vinci sul ritiro a Indian Wells: “Sentivo troppo dolore. Non penso di saltare Miami”

Roberta Vinci sul ritiro a Indian Wells: “Sentivo troppo dolore. Non penso di saltare Miami”

La n. 1 d’Italia parla dopo il ritiro agli ottavi di finale di Indian Wells contro la slovacca Rybarikova, dove è stata costretta a ritirarsi sotto un set e un break a causa di un infortunio al tendine d’Achille.

Una uscita di scena amara, quella di Roberta Vinci contro la slovacca Magdalena Rybarikova agli ottavi di finale del Premier Mandatory di Indian Wells.

La tarantina, a un giorno di distanza dalla nettissima vittoria contro l’ucraina Elina Svitolina, è stata costretta al ritiro sotto 6-2 2-0 0-40 a causa di un problema al tendine d’Achille di cui Roberta soffriva già da qualche giorno, sin dal difficile match d’esordio contro la giovane russa Margarita Gasparyan: la n. 1 italiana era riuscita a riacciuffare il match al terzo recuperando da uno svantaggio di 0-4. Nel turno successivo con Svitolina, Roberta sembrava avesse superato il dolore fisico, che però si è riacutizzato stanotte contro la n. 97 del mondo slovacca, che si giocherà i quarti di finale contro la giovane aussie Daria Gavrilova.

“Ieri dopo la partita contro Svitolina avevo ancora dolore”, ha spiegato Roberta in conferenza stampa. “Ho fatto qualche trattamento, vari anti-infiammatori e questa mattina ho giocato appena 5-10 minuti per sentire la palla, ho messo il ghiaccio sopra, varie cose ma niente, il tendine mi faceva sempre molto male“.

“Più andavo avanti e più ero condizionata”, ha aggiunto l’azzurra, “pensavo al dolore ed ero in confusione totale. Raramente mi ritiro, odio farlo, ma oggi proprio non ce la facevo, ero in condizioni orrende”.

“Ho detto a Francesco che avrei provato almeno per vedere come andava, ma poi ho dovuto gettare la spugna. Non ho ancora fatto alcun esame, forse lo farò già stasera, comunque sono abbastanza tranquilla perché il torneo di Miami è ancora lontano e non penso ora di saltarlo sperando non sia nulla di grave“, ha concluso la tarantina, che comunque grazie ai punti conquistati in California lunedì prossimo raggiungerà il suo best-ranking all’ottava posizione mondiale (a meno che la bielorussa Victoria Azarenka non vinca il torneo).

Fonte: OkTennis

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy