Serena Williams: “Ho sempre giocato per amore dello sport, mai per soldi”

Serena Williams: “Ho sempre giocato per amore dello sport, mai per soldi”

La campionessa statunitense ha rilasciato delle interessanti dichiarazioni, riguardanti il suo rapporto con il denaro.

Commenta per primo!

La 23 volte campionessa Slam ha rilasciato delle dichiarazioni riguardanti la sua vita privata, nelle quali l’argomento principale è il suo rapporto con il denaro.

Serena ne ha parlato così: “Non ho mai giocato per soldi, il mio unico obiettivo era quello di conquistare il trofeo. Non mento se dico che, fino a poco tempo fa non sapevo neanche quanto avessi guadagnato in carriera.” Ricordiamo che Serena ha vinto ben 23 volte un titolo dello Slam e nella sua carriera ha guadagnato più di 84 milioni di dollari in premi. Ma la Williams ci tiene a ribadire il buon rapporto che ha con i soldi e gran parte del merito va di diritto all’educazione ricevuta dai suoi genitori: “ Non mi sono mai sentita povera. Ma di fatto, vivevamo in una casa con due camere da letto per sette persone; ma i miei genitori non mi hanno mai fatto mancare il loro appoggio, sono speciali.” Poi aggiunge: “ Non ho mai sentito il bisogno, appena guadagnato qualcosa con il tennis di andare a comprare questo o quello, da quando sono adolescente sono in grado di gestire i miei soldi.”

In ultima analisi, sollecitata da una domanda, Serena ha rilasciato una dichiarazione in merito all’impegno di Andy Murray riguardo i diritti delle donne, argomento molto caro alla Williams: “Ha sempre parlato dei diritti delle donne, specialmente nel tennis, lo ha fatto di nuovo e questo è importante. Ha una mamma meravigliosa, che ha fatto molto per il nostro tour, noi tutte amiamo la famiglia Murray.”Serena Williams con il trofeo di Wimbledon.

Ricordiamo che Serena è in dolce attesa, ma che non appena sarà in grado di farlo, non ha mai nascosto di voler tornare a competere ed ovviamente a vincere.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy