Toni Nadal: “Federer è il più forte della storia”

Toni Nadal: “Federer è il più forte della storia”

Lo zio e coach di Rafa, in occasione di un’intervista rilasciata ai microfoni della famosa stazione radio spagnola Cadena SER, ha analizzato la recente vittoria di Roger Federer nella finale del Masters 1000 di Shanghai e non ha nascosto la propria opinione a proposito dell’annosa questione del GOAT.

Non si finirà mai di discutere su chi sia o non sia il più forte giocatore della storia del tennis. Le diverse epoche, tecnologie e superfici rendono la comparazione quasi impossibile, permettendo ad ogni tifoso di addurre ogni tipo di motivazione che possa supportare la propria tesi. Ma Toni Nadal, parlando ai microfoni di Cadena SER, sembra avere le idee più chiare di tutti.

Lo zio più famoso del circuito, infatti, ha avuto parole di elogio per il grande momento che sta attraversando Federer, sottolineando come, contro Nadal, Roger in questa stagione abbia deciso di giocare in modo completamente diverso dagli anni passati. È questo cambiamento di strategia che ha portato lo svizzero a battere per quattro volte consecutive Rafa. “Federer è a livelli incredibili: ha cambiato il suo gioco in modo intelligente, ora è molto più aggressivo. Ciò rende molto più difficile giocare contro di lui, specialmente sul veloce. Su queste superfici credo sia il migliore ed ovviamente sarà il grande favorito per la vittoria delle ATP Finals”, ha dichiarato Toni.

nadal_federer_getty-2

L’attuale – ma ancora per poco – allenatore di Nadal, che dal prossimo anno si dedicherà esclusivamente all’Academy, si è spinto addirittura oltre con le lodi per Federer, proclamandolo a sue detta come il miglior giocatore non solo del momento, ma dell’intera storia del tennis: “Roger è il miglior giocatore di sempre. Conosco pochi atleti che dominano tanto il proprio sport come lui fa nel tennis. La sua influenza in questi decenni è stata incredibile”.

Toni non ha però tralasciato di sottolineare anche l’alto livello di gioco che il nipote sta proponendo, convinto del fatto che Rafa abbia raggiunto la vetta della classifica in modo assolutamente meritato. “Rafa sta giocando ad un ottimo livello, basta vedere i risultati ottenuti in questa stagione. Sono abbastanza sicuro che anche lui sia tra i migliori giocatori di tennis della storia. Se nei prossimi anni continuerà a giocare bene, Federer si ritirerà e Rafa vincerà altri tornei del Grande Slam, potremo discutere di chi è il più grande giocatore della storia, ma per il momento credo che Roger sia il migliore”, ha concluso Toni in totale sincerità.

 


Fonte: www.cadenaser.com

19 commenti

19 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Alessandro Alvaro - 2 mesi fa

    Roger è Immenso! Se si sveglia Nole … in futuro si parlerà solo di Roger e Nole … per il bene del Tennis!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Marisa Tambalo - 2 mesi fa

    Bravo mi complimento con Lei x averlo dichiarato

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Mohamed Ayad - 2 mesi fa

    Nadal. Non ha digerito la sconfitta questa volta.si vede come ha salutato a fine partita.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Trimonti Maurizio - 2 mesi fa

    Scoperta l’acqua calda

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Marisa Martini - 2 mesi fa

    E UN GRANDE allenatore e un grande uomo. E ha creato un grande atleta che resterà nella storia di questo sport per i decenni a venire. Fra cinquant’anni sono certa si parlerà ancora di Federer e Nadal e non avrà davvero nessuna importanza chi ha battuto chi…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Andrea Bonacchi - 2 mesi fa

    Vedremo tra 10 anni i titoli di entrambi e poi si valuterà…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Gino Bacci - 2 mesi fa

    Lo ha detto, giustamente, per togliere pressione al nipote in questo momento. Vediamo se lo dirà tra dieci anni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Fernando Rosei - 2 mesi fa

    bravo Toni Nadal !!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Nicole Gritti - 2 mesi fa

    Metiu Stefanutti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Metiu Stefanutti - 2 mesi fa

      giera ora, però se leggi tutta l’intervista fa la solita parte del ridicolo bastardo..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Stefano Denny - 2 mesi fa

    che dica una cosa del genere non ci credo neanche se la sento.grande rf

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Marco Maroglio - 2 mesi fa

    Ma per piacere!!! Con tutta l’ammirazione che ho per l’idolo Roger, i numeri parlano a favore di Laver… ed anche Roger e’ d’accordo!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marisa Martini - 2 mesi fa

      Scusa, ma quale velocita raggiungeva il gioco cinquantanni fa? Davvero pensi che i giocatori di allora potrebbero vincere qualche set? (non oso dire partita…)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Trimonti Maurizio - 2 mesi fa

      Altra era. Tiravano a due all’ora.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Franco Maurilli - 2 mesi fa

      Per fare un Federer di oggi lo sai quanti Laver ci vogliono? Ma poi a quel tempo giocavano con racchette di legno..pesanti …e il gioco era molto piu” lento…i giocatori di allora perderebbero sempre 6-0 6-0 con un Federer di oggi…non ci sono paragoni..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Marco Maroglio - 2 mesi fa

      Quindi tra trent’anni quando ci sara’ qualcuno che corre e tira piu’ forte di Roger e con cui Roger perdera’ 6:0 6:0 (teoricamente), questi sara’ piu’ forte di Roger, giusto?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. Gabriele Fedex - 2 mesi fa

      Laver chi ???

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Rosario Occhipinti - 2 mesi fa

    Se non me lo dicevi tu non c’arrivavo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Ironia inutile. Le domande le fa il giornalista, parlane con lui..

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy