Troppo fumo a Fairfield, Auger-Aliassime: “Non si può giocare”

Troppo fumo a Fairfield, Auger-Aliassime: “Non si può giocare”

Disagi in California a causa di numerosi incendi: al Challenger di Fairfield la situazione è insostenibile, cancellati tutti i match di ieri.

Gli incendi che hanno devastato la California settentrionale hanno già causato 21 morti, centinaia di dispersi e migliaia di persone hanno dovuto abbandonare la loro abitazione. Il fumo si è propagato fino a Fairfield, cittadina della contea di Napa in cui si svolge un torneo Challenger da 100.000$.  

Quella di Napa è una delle tre contee (assieme a Sonoma e Mendocino) maggiormente colpite dal fuoco. Ieri si sono completati solo un match di singolare e un match di doppio a causa dei disagi: addirittura gli arbitri hanno dovuto indossare una maschera protettiva sopra la bocca.  Dopo i due match, è stato rinviato tutto.

E’ orribile. C’è fumo denso dappertutto” – ha detto il canadese Frank Dancevic a Tennis.life – “I miei polmoni bruciano ancora dal mio match di singolare di ieri“. La qualità dell’aria non è stata delle migliori martedì, ma gli incontri si sono regolarmente portati a termine. “Le condizioni non erano facili, la zona in cui abbiamo giocato era considerata molto pericolosa” – ha aggiunto il connazionale Félix Auger-Aliassime – “Ho dovuto ritirarmi dal doppio assieme a Schnur, non ho intenzione di giocare un giorno in più in questa situazione.

Il match di doppio di Dancevic, così come tutti i rimanenti match di doppio, sono stati cancellati dal programma di ieri. Il canadese ha aggiunto anche che persino a tre miglia di distanza, nella sua camera d’albergo, l’odore di fumo è ancora fortissimo e la maggior parte dell’area è stata evacuata. Anche lui sta considerando seriamente l’ipotesi di ritirarsi dal doppio.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy