Umago abbandonerà la terra rossa

Umago abbandonerà la terra rossa

Dal 2019 il torneo croato potrebbe disputarsi la settimana prima del Master 1000 di Montreal su superficie veloce, mentre Kitzbuhel verrebbe spostato subito dopo Wimbledon.

1 Commento

L’Atp 250 di Umago dal 2019 potrebbe disputarsi la settimana prima del Master 1000 di Montreal sul veloce; l’ Atp 250 di Kitzbuhel verrebbe invece anticipato alla settimana immediatamente successiva a Wimbledon, ma si giocherebbe sempre sulla terra.

La situazione dei tornei su terra rossa di luglio, sospesi tra Wimbledon e la stagione sul cemento americano, è sempre stata particolare. Stritolati tra eventi più prestigiosi, sono snobbati dai più grandi che spesso non giocano per riposarsi, o comunque preferiscono dopo l’erba approcciarsi direttamente al cemento senza un passaggio intermedio sulla terra rossa che confonderebbe di più le cose. Tornei sospesi, un po’ come gli Atp su terra rossa di febbraio. Jorge Salkeld, vice-presidente dell’ agenzia di immagine Octagon che gestisce Umago, ha dichiarato che l’ intenzione sarebbe quella di avere in Europa un torneo con la stessa superficie del Master 1000 americano e che ciò susciterebbe grande clamore negli States. Un’altra soluzione, sempre secondo Salkeld, sarebbe accorciare la stagione su terra rossa.

I due tornei hanno formalmente concordato lo scambio di date, in attesa dell’ autorizzazione dell’ Atp. L’avvento del veloce ad Umago è un cambiamento rilevante per un torneo con una già forte tradizione, anche se relativamente recente, iniziata nel 1990. Un torneo che puo annoverare tra i suoi vincitori cinque detentori Slam (Muster, Moya,Wawrinka, Ferrero e Cilic), e altrettanti grandi giocatori tra i suoi partecipanti e finalisti (Ivanisevic, Norman, Ferrer, Djokovic, solo per citarne alcuni).

Ottimo il rapporto di Umago con il tennis italiano, che conta cinque finali perse (Volandri 2003, Volandri 2004, Starace 2010, Fognini 2013, Lorenzi 2017) e un trionfo con Fabio Fognini nel 2016, oltre ad un assidua frequenza annuale dell’ evento da parte dei tennisti italiani.

Simone Fabbriciani

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Roberto Zanot - 3 mesi fa

    Non credo che tutto questo togliera’ il sonno a qualcuno……

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy