Volandri si esprime sulle difficoltà di Federer

Volandri si esprime sulle difficoltà di Federer

Filippo Volandri, ex numero 25 al mondo, si è espresso riguardo le difficoltà incontrate da Federer fino allo scorso torneo di Dubai, iniziate, secondo il livornese, proprio ad Indian Wells nel 2018.

di Luciano Nocera

Tutti noi ricordiamo l’incredibile vittoria di Filippo Volandri contro Roger Federer in quel di Roma nel 2007. Nel “pre-Indian Wells” di Sky, l’ex numero 1 d’Italia ha parlato del periodo negativo di Federer prima della vittoria a Dubai, facendo notare come i problemi siano iniziati proprio da Indian Wells l’anno scorso dopo la sconfitta contro Del Potro in finale: “Federer ha accusato il colpo ad Indian Wells. Da quel momento in poi non ha più avuto la stessa sicurezza dimostrata precedentemente. Qui i giocatori vengono da un periodo di riposo e di preparazione successivo agli Australian Open, non fa molto caldo, non è troppo umido e possono giocare il loro miglior tennis. In particolare Federer può sfruttare le condizioni veloci”.

Il livornese ha parlato anche del centesimo titolo in carriera per l’elvetico: “Roger gioca per i record. Ovviamente per lui il centesimo titolo faceva un po’ la differenza e questo lo ha sempre portato a dare qualcosa in più. È arrivato a febbraio e forse sarebbe stato meglio se fosse arrivato più avanti nella stagione, così da dare sempre di più”.

Un altro tennista che nel marzo dello scorso anno ha dovuto affrontare un periodo negativo è stato Novak Djokovic, che aveva perso ad Indian Wells e Miami contro Paire e Daniel: “Novak, tra qui e Miami, ha toccato un po’ il fondo ma è subito ripartito. Non ha nulla da difendere in questi due importanti tornei americani, quindi un motivo in più per far bene visto anche il suo incredibile stato di forma” ha concluso Filippo Volandri.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy