Atp Adriatic Challenger di Fano: presenti Cecchinato, Arnaboldi, Caruso e Quinzi

Atp Adriatic Challenger di Fano: presenti Cecchinato, Arnaboldi, Caruso e Quinzi

Al via da oggi l’Atp Challenger organizzato presso il Circolo Tennis di Fano, in programma fino al 14 agosto. Sono ben 14 gli italiani nel tabellone principale.

Parte oggi l’Adriatic Challenger, organizzato presso il Circolo Tennis di Fano, evento internazionale Atp da 42.500 euro di montepremi più ospitalità. Sono ben 14 gli italiani presenti nel tabellone principale: tra questi, due azzurri provenienti dalle qualificazioni, Salvatore Caruso e Alessandro Petrone (foto).

ANCORA SOUZA, DERBY DONATI-GIUSTINO – Testa di serie n. 1 del main draw è lo spagnolo Roberto Carballes Boena, impegnato domani all’esordio contro la wild card italiana Andrea Pellegrino. L’altra metà del tabellone è capitanata dal 23enne palermitano Marco Cecchinato, n. 140 al mondo (appena arrivato dal Challenger di Cortina), che se la vedrà con il francese Axel Michon. Presente nel torneo anche il portoghese Joao Souza, fresco vincitore del già citato Challenger di Cortina, con un bel trionfo in finale su Laslo Djere. Da segnalare anche la partecipazione della wc Gianluigi Quinzi (contro l’argentino Nicolas Kicker), di Andrea Arnaboldi (contro l’austriaco Bastian Trinker) e di Matteo Donati, anch’esso wild card, impegnato in un’insidioso derby contro Lorenzo Giustino.

SORPRESA PETRONE – In attesa dei match di tabellone principale (qui sotto il programma odierno), la sorpresa più bella è stata sinora quella di Alessandro Petrone, che insieme a Caruso ha superato le qualificazioni. Se per il tennista siciliano l’entrata in main draw era quasi scontata, Petrone ha invece ribaltato il pronostico che lo vedeva sfavorito contro il russo Alexander Bublik, terza testa di serie del tabellone cadetto. Il 25enne milanese allenato da Laura Golarsa è partito col freno a mano tirato perdendo subito il servizio in apertura di match. Poi però ha cambiato rotta e ha rimesso il set in carreggiata, prima impattando sul 2-2 e poi chiudendo senza più concedere game all’avversario. Nel secondo parziale, partenza sprint dell’azzurro, poi la reazione di Bublik che col suo gioco “spara-tutto” ha iniziato a creare più di una difficoltà al tennista lombardo. Petrone dal canto suo ha lottato su ogni palla sfruttando al decimo gioco una delle tante chance concessagli dal russo, per il 6-2 6-4 finale. Al primo turno dei main draw Petrone è impegnato contro un altro qualificato, l’austriaco Lucas Miedler, in un match complicato ma tutt’altro che proibitivo.

Il tabellone principale (singolare):

Schermata 2016-08-08 alle 16.29.46

Il tabellone principale (doppio): 

Schermata 2016-08-08 alle 16.29.14

Il programma di lunedì 8 agosto:

Schermata 2016-08-08 alle 16.28.59

Il tabellone delle qualificazioni:

Schermata 2016-08-08 alle 16.29.26

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy