ATP Challenger: De Minaur battuto da Andujar, a Panama finale Berlocq-Rola

ATP Challenger: De Minaur battuto da Andujar, a Panama finale Berlocq-Rola

Nei due tornei del circuito ATP Challenger, entrambi su terra battuta ad Alicante e Panama City, trionfa in Spagna il padrone di casa Pablo Andujar sull’australiano Alex De Minaur per 7-6(5) 6-1, mentre a Panama l’argentino Carlos Berlocq sfida lo sloveno Blaz Rola.

di Massimiliano Mingrone

Il circuito ATP Challenger, categoria che precede quella ATP 250, in cui generalmente si esibiscono giovani promesse o professionisti che di norma gravitano dalla 50° posizione in giù della classifica ATP, questa settimana faceva tappa a Panama City e Alicante per due tornei su terra battuta dal prize money complessivo rispettivamente di 50 e 43 mila dollari.

Ad Alicante, nel Ferrero Challenger Open, la nazione più presente, oltre alla Spagna padrona di casa, era proprio l’Italia, con ben 8 atleti, Arnaboldi, Viola, Giannessi, Travaglia, Moroni, Giustino, Gaio e Cecchinato. Nonostante la presenza in massa del nostro contingente, l’Italia non è riuscita a portare in finale nessun atleta. Metà dei nostri sono stati eliminati proprio dal meglio classificato dei nostri, il numero 99 del ranking mondiale, Marco Cecchinato, testa di serie numero 2, che ha battuto nei sedicesimi Gaio, negli ottavi Giustino e nei quarti Moroni. Sfortunatamente, Cecchinato si è fermato in semi, battuto in tre set da chi poi ha vinto il torneo, il 32enne Pablo Andujar, veterano del circuito e specialista della terra rossa (attuale numero 598 ATP, best ranking 32 del mondo 2015). Dall’altra parte del tabellone, il giovane australiano, il 19enne Alex De Minaur, attuale numero 123 ATP, nato a Sydney ma spagnolo d’adozione, per raggiungere la finalissima ha dovuto battere giocatori difficili su terra rossa, tutti spagnoli, come Granollers, testa di serie numero 5, nonché Carballes Baena testa di serie numero 1. De Minaur migliorerà la propria classifica con i 48 punti della finale di Alicante (anche 3.650 euro per lui) ma non abbastanza per entrare per la prima volta nei primi 100 in classifica ATP. Andujar ottiene 80 punti e 6.190 euro.

Nonostante la sconfitta in questa finale di Alicante, si deve riconoscere l’ottima annata fin qui vissuta da De Minaur nel circuito maggiore, semifinale nell’ATP 250 di Brisbane (sconfitto in 3 set da Harrison), finale raggiunta nell’ATP 250 di Sydney (sconfitto in 3 set da Medvedev), primo turno agli Australian Open da wild card (sconfitto da Berdych), prima vittoria in un Master 1000 a Indian Wells da wild card (sconfitto al secondo turno dal vincitore Del Potro), ingresso come qualificato anche nel tabellone del Master 1000 di Miami (sconfitto al primo turno da Nishioka). Il giovane australiano sta seguendo la giusta strada e, cosa che risalta agli occhi, è la sua competitività su tutte le superfici.

Nel torneo Visit Panama City Tennis Cup, il 35enne veterano argentino e specialista della terra rossa Carlos Berlocq, attuale numero 131 della classifica ATP (best ranking 37 nel 2012) e testa di serie numero 4, affronterà in finale il 27enne mancino sloveno Blaz Rola, non testa di serie, attuale numero 193 del mondo, ma con best ranking di numero 78 raggiunto nel 2015. L’argentino, nel suo percorso verso la finale, è passato per due connazionali, Londero in semi (incontro combattutissimo chiuso in rimonta in 3 set, 6-7 7-5 7-6) e Coria nei sedicesimi, per un rappresentante della Repubblica Dominicana, Hernandez-Fernandez nei quarti, e per un italiano, il nostro Andrea Basso negli ottavi. Come per Berlocq, anche Rola non ha faticato molto nel percorso verso la finale, tranne che per il turno dei quarti, anche in questo caso chiuso in rimonta per 3-6 6-4 6-4 contro il tedesco Hanfmann, testa di serie numero 3, mentre più facile del previsto è stata la semifinale vinta per 6-2 6-3 contro l’argentino Andrea Collarini. Il torneo contava di molti argentini e di alcuni nomi conosciuti anche nel circuito maggiore, infatti, oltre a Berlocq, erano presenti il brasiliano Druda Silva, testa di serie numero 2 ma fuori al primo match, l’argentino Renzo Olivo, famoso per aver battuto Jo Wilfried Tsonga nei 64esimi di finale al Roland Garros l’anno scorso e testa di serie numero 6 in quel di Panama, e la testa di serie numero 7 lo statunitense Opelka fuori al primo turno proprio contro Rola. Il vincente del torneo porterà a casa un monte premi di 7.200 dollari e 80 punti ATP, mentre al finalista andranno 4.240 dollari e 48 punti ATP.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy