ATP Challenger Napoli: Eremin esce a sorpresa, bene Giacalone

ATP Challenger Napoli: Eremin esce a sorpresa, bene Giacalone

Edoardo Eremin non riesce a superare l’ostacolo De Loore, nonostante ci fossero le condizioni per farlo. Buona prova di Omar Giacalone, che supera Satral, in difficoltà sulla terra rossa campana.

Ieri è andata in onda un film già visto molte volte in questo inizio 2016. Edoardo Eremin non è riuscito a spuntarla contro un avversario duro ma non imbattibile come De Loore, ma prima di lui bruciano ancora le sconfitte contro Karlovskiy, Neuchrist, Smirnov e Satral. Edoardo è un talento pazzesco del tennis italiano, ma in questo 2016 proprio non riesce ad ingranare. Ieri ha fatto un enorme fatica per cercare di arginare una superiorità a tratti imbarazzante del belga.

Joris puntualmente comandava lo scambio e metteva in seria crisi Eremin, che pur potendo contare su un bagaglio tecnico superiore, è mancato sotto qualsiasi aspetto, lento spento e poco incisivo. Il belga non concederà nessuna chance di break all’italiano che sul servizio avversario ha raccolto pochissimi punti e sofferto quasi sempre nei turni di servizio. Eloquente lo score finale, che recita 6-2 6-3 De Loore. Il suo compagno di “team” Lorenzo Sonego, è sceso in campo nel match precedente. Ha avuto l’occasione di servire per il set, ma si è letteralmente “bloccato”, perdendo man mano fiducia nella gestione dei colpi.

Malgrado Sonego sia un giocatore molto accorto tatticamente, stavolta non conferma i passi avanti visti nella tournèe cinese e mi auguro che il cambio di superficie sia la causa di questo passo falso. Auspico che la Federazione lavori al meglio per garantirci almeno un italiano tra i migliori al mondo. L’arrivo di Galimberti è sicuramente una ventata di positività per entrambi i nostri portacolori, ma questo sembra non bastare soprattutto per Eremin. Ci tengo a puntualizzare come vadano entrambi valorizzati, mentre soprattutto nel caso di Edoardo questo sembra ancora non avvenire, bisogna correre ai ripari subito, non possiamo permetterci di perdere un talento cristallino come Eremin.

Passando alle buone notizie, Omar Giacalone è la vera sorpesa di giornata. In verità la sorpresa è relativa, visto che Satral è un giocatore votato per le superfici molto veloci e su terra perde molte delle sue qualità. L’italiano affronta la partita con il giusto piglio, sa che dovrà contenere l’avversario, augurundosi non sia in una giornata di grazia. E difatti Satral fatica a trovare i giusti tempi e gioca un tennis falloso, soprattutto nel primo set. Nel secondo c’è un parziale riscatto per il ceco che dovrà comunque arrendersi alla solidità dell’italiano che conquista un bellissimo secondo turno.

Di Andrea Ignazzi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy