Challenger Brescia, sessione serale: Seppi regola Davidovich Fokina, Galovic elimina Berankis

Challenger Brescia, sessione serale: Seppi regola Davidovich Fokina, Galovic elimina Berankis

Agli Internazionali di Tennis Città di Brescia stacca il pass per i quarti di finale il beniamino del pubblico, Andreas Seppi, che è stato bravo a tenere a bada l’estro del talentino spagnolo Davidovich Fokina. Esce di scena Ricardas Berankis, battuto in due set dal croato Galovic. (Foto di Stefano Nicoli)

Commenta per primo!

Dal nostro inviato a Brescia

Vince e finalmente convince Andreas Seppi che, dopo il successo risicato di ieri contro il modesto Uzhylovskyi, ha inflitto una sonora lezione al campione di Wimbledon Junior Davidovich Fokina, concedendogli la miseria di 5 giochi. Si pensava, vista l’opaca prestazione dell’altro giorno contro il gigante ucraino, che l’allievo di coach Sartori avrebbe dovuto lottare parecchio per venire a capo di questa partita, ma in realtà gli è bastato alzare il livello di concentrazione per qualificarsi ai quarti di finale. Rispetto ad altre occasioni, il 33enne di Caldaro è apparso centrato fin dal primo 15, essendo ben consapevole delle insidie che questo incontro portava con sé. La grande attenzione che l’ex top 20 azzurro ha mostrato in ogni punto è stata la chiave per strappare subito la battuta all’avversario e salire, dopo aver annullato 4 palle del controbreak, sul 3 a 0. La seconda parte di set è stata un monologo del nostro portacolori che, ottenuto un altro break grazie anche a un doppio fallo del giovane talento spagnolo, si è aggiudicato la prima partita con il punteggio di 61. Nel secondo Seppi è stato pressoché impeccabile al servizio, pertanto il suo rivale non ha mai avuto una chance per riaprire la contesa. Quando in battuta tutto funziona a meraviglia, prima o poi l’occasione in risposta arriva; Andreas l’occasione l’ha avuta nel quinto game e non se l’è fatta scappare, dimostrando una freddezza e una maturità da veterano del circuito. Al prossimo turno se la vedrà con il finalista dell’ultima edizione, il lituano Grigelis. A proposito della sfida che lo attende, ha detto: “Sarà un incontro difficile, poiché serve molto bene e si trova a suo agio su questi campi, dovrò partire molto bene come oggi ed essere determinato e deciso, sperando che tutto vada per il verso giusto”. Adesso è a tutti gli effetti il candidato numero uno per la vittoria finale e questo ruolo non sembra dispiacergli: “Trionfare qui a Brescia sarebbe importante, in quanto chiudere la stagione con una vittoria fa sempre piacere, inoltre a Gennaio dovrò difendere il quarto turno agli Australian Open, quindi è fondamentale fare punti in ottica classifica”.

Nell’ultimo match di giornata si sono dati battaglia il croato Viktor Galovic, che quest’anno ha esordito con la sua nazionale in Coppa Davis nello spareggio decisivo per rimanere nel World Group, e Ricardas Berankis, finalista poche settimane fa all’Atp 250 di Mosca. I due sfidanti hanno dato vita a una partita di buonissimo livello, con scambi lottati da fondo campo e chirurgiche discese a rete. In maniera decisamente meno netta di quanto dica il punteggio (76 64), Galovic si è imposto, garantendosi così un posto tra i migliori 8 del torneo, dove affronterà il bielorusso Ignatik.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy