Challenger di Ostrava: Travaglia da urlo, battuto Cecchinato in finale e primo sigillo in un Challenger

Challenger di Ostrava: Travaglia da urlo, battuto Cecchinato in finale e primo sigillo in un Challenger

Il 25enne marchigiano, al termine di un match di alto livello, ha avuto ragione del connazionale Cecchinato, conquistando così il suo primo Challenger della carriera

Commenta per primo!
travaglia

Stefano Travaglia è il vincitore del Challenger di Ostrava. Un risultato difficile da prevedere prima dell’inizio del torneo, considerando anche un’ entry list di tutto rispetto. E’ vero che “Steto” era reduce dalla semifinale di Francavilla a Mare dove ha dimostrato di poter fare grandi cose sulla terra rossa, ma vederlo una settimana dopo con in mano il trofeo più ambito fa un certo effetto. Questo successo ripaga Stefano e il suo team di tutti i sacrifici fatti in questi anni per arrivare a vivere momenti del genere. L’augurio che questo possa essere solo il primo di una lunga serie di step che spingano l’azzurro verso l’Elite del tennis mondiale.

E’ stata davvero una grande finale, combattuta ed emozionante, dove entrambi i protagonisti hanno dato il meglio di sé, sciorinando tutto il loro repertorio. Ad uscire meglio dai blocchi di partenza è Travaglia, che ottiene il break nel primo gioco e sale immediatamente sul 4 a 2. Nel settimo game l’ascolano strappa nuovamente il servizio al suo avversario e chiude i conti nel turno di battuta seguente, aggiudicandosi il set con il punteggio di 6 a 2.

Cecchinato non ha certo intenzione di fare la parte della vittima sacrificale e così rientra in campo più agguerrito che mai, issandosi sul 3 a 0 in apertura di secondo parziale. Il nativo di Palermo continua a tenere un livello altissimo, pertanto il rivale è costretto a cedere nuovamente la battuta nel sesto game. Qui però “Check” si rilassa, subisce il controbreak e rimette tutto in discussione. Tuttavia sul 5 a 3, alla seconda chance di servire per il set, il tennista siciliano non trema, aggiudicandosi la seconda partita.

Il terzo e decisivo parziale è equilibratissimo, ricco di scambi coinvolgenti e di gesti tecnici notevoli, per la gioia del publico ceco. Abbastanza rapidamente si arriva alle fasi calde dell’incontro: sul 4-4 Cecchinato si procura una palla break che, se trasformata, lo porterebbe a servire per il match; “Steto” la annulla con un dritto da strabuzzarsi gli occhi e fa suo il game. E’ il turning point della sfida perché, dopo il cambio campo, Travaglia scippa a 15 la battuta al connazionale, facendo suo gioco, partita e torneo.

Grazie a questa incredibile vittoria, l’allievo di Sebastian Vasquez ritoccherà il suo best ranking, giungendo fino alla 165esima posizione, mentre per Cecchinato l’ingresso tra i primi 150 diventerà realtà. Entrambi meritano tanti complimenti per quanto fatto vedere quest’oggi e nell’ultimo periodo. Se riusciranno a trovare continuità anche al di fuori della terra, con i colpi che possiedono, non avranno problemi ad entrare nel tennis che conta.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy