Challenger L’Aquila: out Dellien e Dutra Silva, avanzano Quinzi e Moroni

Challenger L’Aquila: out Dellien e Dutra Silva, avanzano Quinzi e Moroni

Escono di scena la terza e la quarta testa di serie del torneo, rispettivamente Hugo Dellien e Rogerio Dutra Silva. Senza particolari patemi avanzano al turno successivo sia Gianluigi Quinzi che Gianmarco Moroni

di Simone Marasi, @Simone_Marasi

Giornata piena di sorprese al primo turno del torneo degli Internazionali di Tennis Città dell’Aquila | GoldBet Tennis Cup. Nel Challenger del capoluogo abruzzese in campo nella mattina gli ultimi turni del tabellone di qualificazione. Il primo a scendere in campo è stato Gianluca Di Nicola, l’idolo di casa, estromesso per mano di Riccardo Bonadio, che, al contrario, accede al tabellone principale. 6-2 6-4 il risultato in favore del numero 496 del mondo, apparso più centrato specie con il rovescio, grazie al quale ha ottenuto tantissimi punti. A seguire è stato il turno di Agustin Velotti, che ha superato in tre set Pietro Licciardi, arresosi solo al termine di una stremante battaglia. Dopo il primo set vinto dall’italiano, nel secondo parziale il sudamericano entra in partita e nel dodicesimo game, quando tutto faceva pensare al tie-break, arriva il break dell’ex 161 del mondo, che fa suo il parziale. Nel set decisivo il break arriva allo scadere, quando al rientro in campo dopo la sospensione per pioggia Licciardi non riesce a tenere il servizio e il break consegna all’argentino il pass per il main draw. Negli altri match di qualificazione, giocati sul Grandstand, il talentuoso Hassan passa in tre set contro Mager, poi ripescato come lucky loser per il forfait di Robredo. L’ultimo a qualificarsi è stato il tedesco Haerteis, che ha superato in un match molto equilibrato la terza testa di serie del tabellone di qualificazione, il cinese Zhang.

Per quanto riguarda i match di main draw, saluta il capoluogo abruzzese il boliviano Hugo Dellien, terza testa di serie, che esce sconfitto al termine di una battaglia senza esclusione di colpi contro Martin Cuevas. L’uruguaiano, dopo aver trovato il break in apertura appare discontinuo e Dellien ne approfitta per mettere a segno un 6-3 in moderata scioltezza. Nel secondo set il break in favore del boliviano arriva nel quinto game e, quando tutto sembra far pensare a una veloce conclusione del match, nel decimo gioco arriva il controbreak, che rimette in corsa Cuevas, che si aggiudica il successivo tie-break per 7 punti a 5. Nel set finale entrambi non si espongono più di tanto in risposta nel tie-break è ancora il servizio di Cuevas a fare la differenza e a permettergli di aggiudicarselo per sette punti a quattro, mettendo a segno una clamorosa rimonta. Nessun problema per Gianmarco Moroni, che lascia appena quattro game nell’intero incontro a Andrea Arnaboldi. Il milanese, dopo un primo set perso di misura, non riesce a mantenere alto il suo livello di gioco e non riesce a portare a casa alcun game nella seconda frazione. Successi tutti spagnoli per Zapata Miralles e Pedro Martinez, che estromettono rispettivamente Renzo Olivo e Rogerio Dutra Silva, quarta testa di serie del torneo. Al secondo turno del tabellone principale approda anche Gianluigi Quinzi, che con una buona prova regola la pratica Quiroz, lasciando al tennista ecuadoriano appena 6 giochi in tutta la partita.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy