Challenger Milano: Quinzi si arrende a Berloq, Volandri supera Sonego. Bene anche Cecchinato

Challenger Milano: Quinzi si arrende a Berloq, Volandri supera Sonego. Bene anche Cecchinato

Continua il torneo Challenger di Milano, che si svolge all’Harbour Club di Milano. Nella giornata odierna, buon risultati per i tennisti azzurri: Filippo Volandri ha avuto la meglio di Lorenzo Sonego nel derby italiano, mentre Marco Cecchinato ha sconfitto in rimonta Juan Ignacio Londero. Non ce l’ha fatta invece Ginaluigi Quinzi, che si è dovuto arrendere alla maggiore esperienza di Carlos Berloq.

Si allinea al secondo turno il tabellone della Aspria Tennis Cup, ATP Challenger che si svolge all’Harbour Club di Milano. La seconda giornata si conclude con risultati abbastanza positivi per i tennisti azzurri, che nonostante qualche sconfitta, hanno sfornato buone prestazioni.

VOLANDRI VINCE IL DERBY CONTRO SONEGO- Una delle sfide più interessanti di giornata è stata un derby italiano, tra Filippo Volandri ed il giovane Lorenzo Sonego, che si era fatto notare agli Internazionali d’Italia. Un vero e proprio confronto tra l’esperienza del tennista di Livorno, e invece la maggiore freschezza del ragazzo di Torino. Alla fine, ad avere la meglio è stato proprio Volandri, che ha fatto valere i suoi 34 anni e si è imposto con un doppio 6-3, pur con qualche difficoltà al servizio che lo hanno costretto a subire alcuni break.

UN GRANDE CECCHINATO RIMONTA LONDERO- Ha dovuto faticare non poco Marco Cecchinato, opposto a Juan Ignacio Londero. L’argentino arrivava dalla semifinale nel challenger di Perugia, e quest’oggi ha dato del filo da torcere all’azzurro avvicinandosi al successo. Cecchinato è stato costretto a rincorrere l’avversario per buona parte del match, ma, dopo avere subito un netto 6-2 nel primo parziale, ha cambiato marcia e ha poi dominato la frazione decisiva. 2-6 7-5 6-0 dunque il punteggio finale in suo favore.

QUINZI CEDE A BERLOQ- Termina invece il cammino di Gianluigi Quinzi, sconfitto da Carlos Berloq. L’argentino è riuscito a tirare fuori il meglio dal suo gioco nei momenti decisivi, facendo valere anche la sua esperienza a questi livelli. E così il marchigiano, entrato in tabellone grazie ad una wild-card, deve rimandare ancora una volta il salto di qualità. Dopo qualche break in apertura, è stato Berloq il primo ad allungare, issandosi rapidamente sul 5-2. L’azzurro si ritrova a dover annullare un set point, ma reagisce alla grande e, ottenuto il contro break, rimonta fino al 5 pari. A questo punto però l’argentino è troppo bravo e conquista il set con il punteggio di 7-5.

Nessuna storia invece nel parziale decisivo, con Quinzi che cede la battuta nel sesto gioco e non riesce più a colmare il gap, arrendendosi con il punteggio finale di 6-2.

NON PUO’ NULLA ANDREA BASSO- Nulla ha potuto il qualificato Andrea Basso contro Rogerio Dutra-Silva. Il ragazzo, allenato da Diego Nargiso, ha incassato un netto 6-2 6-0 dal numero 1 del seeding, che nel prossimo round sfiderà il belga Arthur De Greef. Da registrare infine il successo di Gimeno Traver ai danni di Rola.

I risultati:

F. Volandri b. L. Sonego 6-3 6-3
M. Cecchinato b. J. Londero 2-6 7-5 6-0
C. Berlocq b. G. Quinzi 7-5 6-2
A. De Greef b. N. Jarry 7-5 6-3
R. Dutra Silva b. A. Basso 6-0 6-2
E. Gomez b. B. Trinker 7-5 6-2
L. Djere b. V. Safranek 6-2 7-5
D. Gimeno-Traver b. B. Rola 6-4 6-1
A. Karatsev b. M. Marterer 6-2 6-4
G. Elias b. I. Nedelko 6-0 7-5;

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy