Challenger San Benedetto: la pioggia stravolge il programma, rimandati a domani tutti i singolari

Challenger San Benedetto: la pioggia stravolge il programma, rimandati a domani tutti i singolari

A San Benedetto del Tronto, nella giornata di Venerdì, a vincere è la pioggia, caduta sulla località marchigiana fino al tardo pomeriggio. Nel torneo challenger che si svolge al Circolo Maggioni, gli organizzatori sono stati costretti a rinviare tutti gli incontri di singolare di quarti di finale, che verrano disputati domani insieme alle semifinali. Intanto, oggi si è giocato soltanto un match di doppio indoor.

Giornata amara per gli appassionati di tennis a San Benedetto del Tronto, dove si sta disputando al Circolo Maggioni il torneo challenger da 42.500 euro. Nella giornata di Venerdì, infatti, la pioggia, dopo i precedenti giorni molto caldi e umidi, ha tormentato la località marchigiana fino al tardo pomeriggio, impedendo di fatto che il programma del torneo potesse svolgersi.

RINVIATI I SINGOLARI- Erano previsti nel “day 5” i quarti di finale del tabellone di singolare, che avrebbero dovuto prendere il via dalle 17:30. I match in programma si preannunciavano molto interessanti, con ben quattro azzurri in campo e un derby italiano; in ordine, le sfide dovevano essere: Federico Gaio/Gianluca Mager, Stefano Napolitano/Arthur De Greef, Constant Lestienne/Gianluigi Quinzi e Laslo Djere, che ieri ha sconfitto Eremin in una battaglia terminata dopo la mezzanotte, contro Kevin Krawietz. Di fronte alla pioggia incessante, gli organizzatori hanno deciso di cancellare le partite e rinviarle a domani. I giocatori, però, qualora il tempo dovesse concedere un tregue avranno un doppio impegno: oltre ai quarti, infatti, scenderanno in campo subito dopo anche per le semifinali, in una giornata molto ricca.

GAIO E MAGER VINCONO IN DOPPIO- Nonostante le intemperie, è stato possibile disputare la prima semifinale di doppio “indoor”, nel campo 1 del torneo. Federico Gaio e Stefano Napolitano hanno sconfitto, con il netto punteggio di 6-4 6-3, la coppia formata dallo spagnolo Menendez-Maceiras, curiosamente già affrontato e battuto da Napolitano in singolare, e dal brasiliano Neis. I due erano teste di serie numero 4, ma non hanno potuto niente di fronte a due azzurri, entrati grazie ad una wild card, che approdano dunque all’atto decisivo, dove aspettano una coppia tra Arguello/Galdos e Ghedin/Motti, rispettivamente teste di serie numero 1 e 3.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy