Challenger Tour: a Barletta trionfa l’Italia dei giovani

Challenger Tour: a Barletta trionfa l’Italia dei giovani

Jannik Sinner supera in rimonta Jimbo Moroni, mentre Musetti liquida in due set Elias. Tutto troppo facile per Zeppieri, che batte Tresca, così come per Ocleppo, vittorioso su Sektic. Infine, avanza anche Jacopo Berrettini, che si aggiudica il derby con Marcora a causa del ritiro di quest’ultimo.

di Antonio Sepe

Parte con il piede giusto il Challenger di Barletta per i colori azzurri, che in Puglia colgono ben cinque vittorie all’esordio e gioiscono insieme al caloroso pubblico. In particolare, in questa prima giornata a prendersi la scena sono stati i giovani, protagonisti assoluti che fanno ben sperare per il futuro del tennis italiano, convincendo sempre di più match dopo match. Dopo il passo falso ad Alicante torna alla vittoria Jannik Sinner, che dopo un primo set da incubo, conquistato dal suo avversario, Jimbo Moroni, con il punteggio di 6-0, ha ottenuto un parziale di 12 games a 5, assicurandosi secondo e terzo parziale ed approdando al secondo turno, dove lo attende il canturino Arnaboldi.

Continua a vincere Lorenzo Musetti, il quale, dopo aver ottenuto la prima vittoria a livello Challenger la settimana scorsa a Sophia Antipolis, diventando il primo 2002 a riuscirci, ha sconfitto quest’oggi l’ostico Gastao Elias, sfoderando una prestazione di tutto rispetto che gli ha consentito di imporsi in due set e lo ha spedito al secondo turno. Grazie al forfait di Giannessi a tabellone già compilato, inoltre, il vincitore dell’Australian Open Junior troverà sulla sua strada il lucky loser Matteo Arnaldi, classe 2001 alla sua prima apparizione in un Challenger.

Lorenzo Musetti
Lorenzo Musetti

A proposito di forfait, è stato costretto al ritiro anche Matteo Donati, reduce dai quarti di finale raggiunti in Francia, che ha liberato un posto nel main draw del quale ha approfittato Bortolotti, incapace però di superare l’ostacolo Barranco Cosano, complice l’aver giocato ben due incontri nella stessa giornata.

Accedono al secondo turno anche Giulio Zeppieri, che ha dominato il derby azzurro contro Giuseppe Tresca, perdendo appena un gioco e chiudendo in meno di un’ora, e Julian Ocleppo, che annienta il bosniaco Sektic. Infine, continua la sua corsa nel torneo Jacopo Berrettini, il quale beneficia del ritiro di Roberto Marcora, forzato ad alzare bandiera bianca a metà del terzo set.

J. Berrettini b. R. Marcora 64 16 42 ritiro

L. Musetti b. G. Elias 63 64

J. Sinner b. G. Moroni 06 64 61

J. Ocleppo b. A. Sektic 61 63

G. Zeppieri b. G. Tresca 60 61

J. Barranco Cosano b. M. Bortolotti 63 57 62

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy