Challenger Tour: Cecchinato centra la finale a Santiago e rientra in top 100

Challenger Tour: Cecchinato centra la finale a Santiago e rientra in top 100

Nel torneo sudamericano la finale sarà tra il nostro Marco Cecchinato, che ha superato in rimonta Tommy Robredo, e il qualificato spagnolo Gomez Herrera, giustiziere in semifinale dello slovacco Kovalik.

di Giacomo Gitti

Challenger Santiago (50000 $+H, terra rossa)

Marco Cecchinato, dopo un inizio di stagione nel circuito ATP decisamente al di sotto delle aspettative, si era recato nella capitale cilena per ritrovare un posto tra i primi 100 del mondo e quella fiducia nelle proprie capacità che rappresenta l’ago della bilancia del suo tennis. Grazie alla vittoria in rimonta su Tommy Robredo, ex top 5 e giustiziere nei quarti di “Jimbo” Moroni, l’azzurro è riuscito a portare a termine la sua missione, riconquistando “l’Elite della racchetta” e la consapevolezza di essere uno dei giocatori più forti a questi livelli. Prima di lasciarsi andare ai festeggiamenti però bisogna superare un ultimo e decisivo step, ovvero sconfiggere nella finale di questa notte lo spagnolo Gomez Herrera, proveniente dalle qualificazioni. Il 27enne iberico, numero 356 delle classifiche e assiduo frequentatore dei tornei Futures, è sulla carta inferiore al nostro portacolori, tuttavia questa settimana si è sbarazzato di avversari molto temibili, come lo slovacco Kovalik e il brasiliano Dutra Silva. Ovviamente il nativo di Palermo, da seconda testa di serie del tabellone, partirà con i favori del pronostico ma, essendo ancora lontano dalla sua miglior condizione, dovrà prendere con le pinze questo match, facendo valere la sua maggior attitudine a disputare partite di questo tipo.

SF: (Q)Carlos Gomez Herrera (ESP) d. Jozef Kovalik (SVK) 63 76(1)
SF: (2)Marco Cecchinato (ITA) d. Tommy Robredo (ESP) 46 61 64

Challenger Zhuhai (75000 $, cemento)

A contendersi gli 80 punti messi in paio dalla kermesse cinese saranno il qualificato australiano Alex Bolt e il giovane talento polacco Hubert Hurkacz. Il primo ha approfittato del ritiro nel finale di primo set (6-5 e servizio Bolt) del tedesco Otte, mentre il secondo ha avuto la meglio in tre parziali del taiwanese Jason Jung. Il connazionale di Radwanska e Janowicz cercherà domani mattina di vincere il primo titolo Challenger in carriera, dopo aver perso l’anno scorso nello stesso periodo la finale del torneo di Shenzhen contro il moldavo Albot. Il cangurotto invece proverà a trionfare per la seconda volta in terra cinese, dando seguito al successo di 4 anni fa ad Anning sul croato Mektic.

SF: Hubert Hurkacz (POL) d. Jason Jung (TPE) 61 67(6) 64

SF: (Q)Alex Bolt (AUS) d. (4)Oscar Otte (GER) 65 RET

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy