Challenger Tour: Donati torna alla vittoria, Gaio non supera le qualificazioni

Challenger Tour: Donati torna alla vittoria, Gaio non supera le qualificazioni

Dopo un periodo negativo, torna finalmente a sorridere Matteo Donati, che batte in tre set un avversario ostico come Andreozzi ed approda al secondo turno. Sfortunato, invece, Federico Gaio, che perde all’ultimo turno di qualificazioni e non viene ripescato come lucky loser.

di Antonio Sepe

FINALMENTE MATTEO: Comincia nel migliore dei modi il torneo di Barletta per i colori azzurri: quest’oggi infatti, si sono disputati solamente tre match di main draw con un solo italiano impegnato, ma Matteo Donati ha regalato una grande gioia a tutti, battendo in tre set Guido Andreozzi, ottimo giocatore che si trova a suo agio sulla terra e che ha già collezionato risultati importanti in stagione a livello Challenger. Matteo è stato davvero bravo a non abbattersi dopo aver perso il primo set per 6 giochi a 2, riuscendo a reagire e sorprendendo anche il suo avversario, che forse non si aspettava una reazione del genere. Da segnalare, in particolare, i due turni di servizio che gli hanno permesso di chiudere 6-3 il secondo parziale, tenuti entrambi dopo essersi trovato sotto 0-40. Nel parziale decisivo, infine, il break decisivo è stato messo a segno nel settimo gioco e Donati è riuscito a spuntarla dopo un’ora e 53 minuti, approdando dunque al secondo turno, dove se la vedrà con il tedesco Maden. 

ALTRI MATCH- Nei due restanti incontri di main draw, lo spagnolo Munar ha sconfitto in tre set estremamente tirati Auger-Aliassime, dando vita ad un incredibile sfida che ha intrattenuto gli spettatori per quasi tre ore. Molto meno faticoso invece l’impegno del tedesco Maden, nonché tds 5, che ha lasciato appena due games a Bonzi ed ha raggiunto il secondo turno. Per quanto riguarda invece le qualificazioni, niente da fare per l’azzurro Federico Gaio, che perde in rimonta da Trungelliti e poi viene baciato dalla sfortuna, essendo infatti l’unico degli 8 giocatori approdati all’ultimo turno del tabellone di qualificazione, a non avere acceso al tabellone come qualificato o lucky loser. Sono stati più fortunati di lui Chazal, Otte e Tepavac, mentre oltre a Trungelliti, hanno conquistato la qualificazione sul campo Gimeno Traver, Coppejans ed il giovane Piros.

Challenger Barletta – Primo turno

Donati d Andreozzi 26 63 64

Munar d Auger-Aliassime 76 46 75

(5) Maden d Bonzi 62 60

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy