Jaziri e Molchanov, i soliti sospetti

Jaziri e Molchanov, i soliti sospetti

Ennesima marachella di una delle coppie più chiaccherate nel circuito, quella composta da Malek Jaziri e Denys Molchanov.

Ennesima marachella di una delle coppie più chiaccherate del circuito, quella composta da Malek Jaziri e Denys Molchanov. Il duo russo-tunisino già in passato aveva dato adito a molteplici sospetti riguardanti possibili combines, a seguito di incontri condotti o conclusi in modo piuttosto anomalo. Il sottobosco dei challenger di terza fascia, soprattutto nella specialità del doppio, consente con relativo agio a potenziali malfattori di acconciare le partite in base alle direttive ricevute dai trafficanti di scommesse clandestine, evitando sanzioni o inchieste, grazie all’inesistente monitoraggio vigente.

Proprio ieri, nel corso della finale di doppio del Challenger di Smirne, il gatto tunisino e la volpe russa hanno allestito l’ennesima messinscena del loro smisurato repertorio. Giunti al super tie-break decisivo del terzo Jaziri, parso fino a quel momento in ottime condizioni fisiche, lamenta un fastidio al piede proprio sul match point degli avversari. Un dolore inspiegabile ripercorrendo la dinamica del punto antecedente. Sta di fatto che il tunisino interrompe in un primo momento la partita per avvalersi di un medical time out, per poi rientrare in campo per pochi secondi, prima di rinunciare definitivamente a giocare l’ultimo punto dell’incontro.

Questo il video dell’accaduto

Fonte- Punto de Break

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy