Praga Open: primo titolo stagionale per Dutra Silva

Praga Open: primo titolo stagionale per Dutra Silva

Rogerio Dutra Silva si è aggiudicato il Praga Open (Challenger), battendo in finale Radu Albot per 6-2, 6-7, 6-4.

Match avvincente e ricco di colpi di scena, infatti il brasiliano ha impiegato 3h e 10’ per piegare le resistenza dell’avversario. Il primo parziale del moldavo tds n. 6 è stato un vero e proprio incubo: nel terzo gioco cede per la prima volta il servizio, il contraccolpo psicologico è durissimo perché nel giro di pochi minuti si ritrova sotto 1-5.

dutra silva

Gran parte del merito è da attribuire al ragazzo di San Paolo che mette in luce un gioco caratterizzato per l’aggressività, precisione e solidità al servizio (73% dei punti conquistati con prima e seconda) . Occorre registrare anche la totale assenza mentale del rivale che chiuderà il primo set con statistiche disastrose: 44% dei punti con la prima e un imbarazzante zero nella casella palle break.

Alla ripresa delle ostilità l’inerzia dell’incontro non sembra essere cambiata, dato che il sudamericano si porta nuovamente avanti nel terzo game. Il numero 93 del mondo non si scompone come in precedenza e grazie alle prime quattro palle break mette pressione al rivale, cosicché quando è costretto a fronteggiare la quinta commette doppio fallo.

L’ultima emozione prima del tiebreak giunge sul 5-6 e servizio Dutra Silva: il pupillo di Marcos Daniel va sotto 15-40, ma grazie ad una volée al corpo ed un colpo fuori misura di Albot riesce a salvarsi. Sul 3 pari e servizio Dutra, l’europeo riesce a dominare lo scambio da fondo, aggiudicandosi il minibreak decisivo. Infatti alla prima occasione sulla propria battuta, il 25enne di Chisnau chiude i conti con un dritto a sventaglio.

dutra silva

Il tono dei tre giochi finali del set decisivo non può non essere definito epico. Nell’ottavo, con il punteggio di 3-4 e servizio Albot, lo stesso va sotto 30-40. Il moldavo prende in mano le redini dello scambio e con uno smash ritiene di aver chiuso il punto, ma non ha fatto i conti con l’opponente, che tira fuori dal cilindro un passante incrociato di diritto, rivelatosi imprendibile. La risposta di Albot non si fa attendere, dato che ruba il servizio nel successivo game. Il decimo si protrae fino ai vantaggi: il numero 288 del ranking costruisce il secondo match point con un rovescio (monomane) lungo linea da urlo; il seguente errore del rivale gli consegna il primo titolo stagionale.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy