Grazie lo stesso, Fabio

Grazie lo stesso, Fabio

Difficile chiedere di più: l’avventura di Fognini al Roland Garros termina agli ottavi di finale dove Marin Cilic lo elimina dallo slam parigino dopo una battaglia di cinque set. Ma ci sono comunque tanti applausi per l’azzurro.

di Alessandro Rodella, @AleRodella

Va bene così Fabio; certo c’è molto rammarico per essere arrivati vicini vicini alla vittoria e l’approdo ai quarti di finale del Roland Garros era ormai alla portata, ma perdere in questo modo contro Marin Cilic fa onore al ligure.

Fognini parte male e si trova subito sotto di due set senza quasi accorgersene: il croato è a tratti ingiocabile, le risposte di diritto e le accelerazioni con il rovescio sono potenti e precise, ma a un certo punto scatta qualcosa dentro Fabio che gli permette di stare attaccato all’avversario senza subire così prepotentemente le sfuriate del numero quattro del seeding.

Dal terzo parziale infatti Fognini gioca con il braccio più sciolto e, vuoi perché ormai non ha più nulla da perdere, vuoi perché anche Cilic un po’ cala, cominciano una serie di giochi in cui è l’azzurro a sembrare più in palla tanto da portarsi in parità.

Al quinto set però il nostro portacolori ci arriva stremato, Cilic rialza il livello del suo gioco e ne esce così un parziale a favore del croato che vola ai quarti di finale del Roland Garros estromettendo il sogno di portare due azzurri, dopo Cecchinato, tra i primi otto giocatori a Parigi.

Solitamente nelle sconfitte di Fognini ci sono molti aspetti negativi e tanto rammarico per le occasioni che spesso capitano e che però non vengono sfruttate per cali di concentrazione evidenti: ieri no, a parte i primi due set in cui era davvero difficile per chiunque giocare contro questo Cilic, ha tirato fuori il suo miglior tennis issandosi a livello dei top ten.

Fognini esce così da questo Roland Garros con la consapevolezza di potersela giocare contro qualsiasi avversario su qualsiasi superficie (soprattutto sul rosso) e il lavoro intrapreso con Franco Davin inizia a portare i primi frutti facendo tornare la speranza di rivederlo presto a ridossi dei primi giocatori del ranking mondiale.

Solo applausi per Fognini. La sua migliore sconfitta. Per quanto faccia male, è stato fatto il massimo.

8 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Silvio Mia - 2 settimane fa

    Grande partita, ma ha regalato la fine del primo set e il secondo set. Purtroppo la testa deve sempre essere accesa, specialmente in incontri come questo. Il rammarico è proprio questo, perché Fognini, se avesse più continuità in campo e riuscisse a giocare senza i soliti passaggi a vuoto, potrebbe tranquillamente stare fra i primi 15….nel tennis la testa fa più della racchetta

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marco Frey - 2 settimane fa

      Primi quattro con la testa

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Silvio Mia - 2 settimane fa

      Marco Frey primi quattro forse no, ma nei primi sicuramente..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Curzio Tamagni - 2 settimane fa

    Bravo ma incostante !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Romeo Sterlicchio - 2 settimane fa

    Non ti preoccupare Fabio, hai fatto un grandissimo incontro. Hai conquistato il pubblico francese. BRAVO!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Romeo Sterlicchio - 2 settimane fa

      Ok. Pura verita’!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Meri Fanciullotti - 2 settimane fa

    Bravo Fabio, mi sei piaciuto! !!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Luciana Luciana - 2 settimane fa

    grande fabio

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy