Alexander Zverev è il nuovo re del Master 1000 di Montreal

Alexander Zverev è il nuovo re del Master 1000 di Montreal

Il 20enne tedesco piega con il punteggio di 63 64 un Federer frenato da qualche acciacco fisico. Sascha, con la seconda affermazione in un torneo di questa categoria, centra la doppietta Washington-Montreal e raggiunge la settima posizione del ranking

39 commenti

Rispetto a 10 anni fa nella carriera sportiva di Roger Federer non sono cambiate molte cose. Oggi come allora continua a vincere i principali tornei del circuito ed è sempre in lizza per le primissime posizioni del ranking. Per sua sfortuna, però, anche alcune (pochissime per la verità) sconfitte sono restate tali anche a distanza di un decennio. Come per esempio la finale del Master 1000 di Montreal, che nel tempo è rimasta un tabù per lo svizzero, superato in entrambe le circostanze da un ragazzo di 20 anni. Nel 2007 toccò a Djokovic, stavolta ad Alexander Zverev; ma se il fenomeno di Belgrado dovette sudare sette camicie per avere ragione, solo al tie break del terzo set, del campione svizzero, Sascha, complice qualche acciacco fisico del suo avversario, ha archiviato la pratica in 68 minuti di gioco, con il punteggio di 63 64. Per il NextgGen tedesco si tratta del secondo successo in un 1000, dopo quello ottenuto a Roma in primavera, del quinto titolo in stagione e della decima vittoria consecutiva sul cemento nordamericano, che gli ha permesso di mettere a segno la doppietta Washington-Montreal.

Fin dalle prime battute appare chiara la strategia di gioco del 20enne di Amburgo: far muovere Federer, non lasciargli prendere in mano lo scambio e bombardarlo di vincenti da fondocampo. Questa tattica sembra pagare perché Zverev strappa la battuta al rivale già nel secondo turno di risposta. Roger, decisamente sottotono sia per l’aggressività dell’avversario che per qualche fastidio fisico, abbozza una reazione, ma Sascha, alzando il livello in ogni situazione potenzialmente pericolosa nei suoi turni di servizio, riesce a confermare il vantaggio e ad aggiudicarsi il parziale. Nei primi game del secondo set il 19 volte campione Slam, non abituato a dover rincorrere, prova subito a scappare via, procurandosi 3 palle break. A questo punto, però, il nuovo numero 7 del mondo sale in cattedra e, scoccando vincenti con il servizio e il diritto, si salva e impatta nel punteggio. Purtroppo da qui in avanti le condizioni di Federer peggiorano, in particolare la velocità dei suoi servizi cala drasticamente a causa di un fastidio alla schiena. Il minore dei fratelli Zverev non si fa certo pregare e, piazzando il break decisivo nel settimo gioco, si scrolla definitivamente di dosso il rivale. Gli ultimi due turni di battuta sono una formalità per Alexander che può così alzare le braccia al cielo ed esultare per questo grande trionfo. Siamo certi che non sarà l’ultimo. Intanto da domani sarà 7 del mondo e 3 della Race, a soli 20 anni… Chapeau.

Rogers Cup, Montréal (Canada) – Finale:

A. Zverev b. R. Federer – 6-3 6-4

39 commenti

39 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Mirco Brivio - 1 settimana fa

    se inizia a perdere un MITO, vuol dire che un era è finita, aspettiamo di vedere i nuovi campioni

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Donata Mometti - 1 settimana fa

    Quando Federer perde avete sempre una scusa. Ha perso. Punto!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Claudia Moreno - 1 settimana fa

    Sono felice per questo promettente campione. Amo il modo di giocare di Federer però sono sicura che hanno giocato tutti due con tutte le forze e la passione. Mi fanno divertire e lo stato vitale loro mi conteggia. Grazie Grazie a tutti che si stanno sforzando per vincere! Grazie poi per la buona educazione!!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Pier Luigi Patriarca - 1 settimana fa

    La nuova generazione si fà strada

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Carmine Ferrara - 1 settimana fa

    Fermo restando il valore di Zverev e della sua meritata vittoria, bisogna rilevare che Federer per tutto il torneo ha mostrato di essere ben lontano dalla sua condizione standard. Nella finale, probabilmente complice anche qualche problema fisico alla schiena, è apparso fermo, servizio pressoché nullo e numerosi ( troppi ) errori non forzati. Situazioni che non si possono concedere al lanciatissimo Zverev.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Maria Antonietta Di Franco - 1 settimana fa

    Mi spiace per Federer, ma quello che ha dimostrato in questa stagione è davvero straordinario, comunque bravo Zverev il nuovo che avanza

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Rafa Mbt - 1 settimana fa

    Federer Non aveva niente ha perso perché zverev ha giocato meglio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Rafa Mbt - 1 settimana fa

    Zverev fortissimo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Giuseppe Cagnucci - 1 settimana fa

    Bravo zverev, avete poco da gioire il vostro idolo e uscito agli ottavi , l’altro non si sa se riprende

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Giuseppe Bordino - 1 settimana fa

    Quando vince sta bene, quando perde ha problemi fisici.
    Voi Federiani non sapete accettare le sue sconfitte.
    Siete uguali ai Juventini “Ah se c’era Nedved”.
    E con Federer “ah se stava bene”.
    Complimenti a Zverev che sta migliorando a dismisura, non tarderà a competere ovunque e in qualsiasi superficie con i super top del circuito.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Marisa Martini - 1 settimana fa

    Credevo che su questa pagina non ci fossero i soliti beceri che gioiscono delle disgrazie altrui per affermare il proprio campanilismo sbeffeggiante, insomma che si amasse il gioco per quello che e’, abilita’ e grazia… invece tutto il mondo e’ paese… Federer come sempre e’ stato un grande e non ha fatto trapelare neanche con una smorfia il minimo disagio (diversamente da come molti avrebbero fatto) e Zverev ha fatto una bella partita e ha meritato la vittoria. Complimenti ad entrambi e alla prossima!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Claudia Moreno - 1 settimana fa

      Sono d’accordo! Non facciamo diventare questi campioni che sono signori del gioco eccellente e appassionato. Una curva. Per favore.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Graziella Poloni - 1 settimana fa
    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Paolo Guaglione - 1 settimana fa

    Se Zverev non è numero 1 del mondo a fine 2018 smetto di seguire il tennis

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Sandro Coni - 1 settimana fa

    bravo Zverev

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Tommaso Liccardi - 1 settimana fa

    Il tifo da stadio di calcio deve rimanere al di fuori di questo bellissimo sport
    CAPRE!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Maurizio Sona - 1 settimana fa

    Diciamo Ke lo ha lasciato vincere. …….ringrazia Alex. …

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Giusy Orsini - 1 settimana fa

    Grandioso!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Alessandro Nania - 1 settimana fa

    Mal di schiena evidente, forse già ad inizio torneo, è arrivato in finale con l’atteggiamento da allenamento sciolto e rilassato. In condizioni normali, zverev seppur fenomenale oggi, era spacciato

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Camolli Marco - 1 settimana fa

      Si si si…..ah ah

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Francesco Azathoth Pastore - 1 settimana fa

      Ah certo, se vado a un torneo col mal di schiena, gioco al massimo fino alla semifinale, poi in finale perdo apposta, si si…..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Alessandro Nania - 1 settimana fa

      non ha giocato al massimo con ferrer, haase e sopratutto oggi. Solo con bautista ha mantenuto alto il livello. Nulla togliere ad un ottimo zverev che ha meritato ma la condizione contratta e rigida di Roger era evidente. Non ha perso apposta, semplicemente non ne aveva più, nel secondo set ha servito muovendo solo il braccio…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Serafino Paoloni - 1 settimana fa

      Non credo spacciato zverev.. Sicuramente sarebbe stata una partita molto più difficile per lui questo si

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Patrizia Andreetto - 1 settimana fa

    Che goduria……bravo Sasha

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Daniel Currà - 1 settimana fa

      Puoi godere giusto delle disgrazie altrui visto ke nn puoi gioire del tuo amico serbo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Antonio Sanna - 1 settimana fa

      Lo stesso Sasha che ha impedito a nole di vincere anche solo un misero master 1000 in questa stagione

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Paolo Serafini - 1 settimana fa

      Il suo amichetto ormai sarà in ti tiro perenne nella camera iperbarica

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Paolo Serafini - 1 settimana fa

      Ritiro

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. Rosanna Simeone - 1 settimana fa

      Quello che trovo strano e non capirò mai è perché gioire quando perde un campione, chiunque esso sia. Nadal, Nole, Murray tutti fuori prima o durante questo torneo, eppure a me non viene da gioire dei loro acciacchi o momenti di crisi, perché prima o poi capita a tutti. Credo che riconoscere il valore di chi perde si chiami sportività, cosa che non molti conoscono. Ognuno di loro, che possa piacere o meno, resterà nella storia del tennis per sempre, per quello che ciascuno di loro ha dato a questo bellissimo sport. Poi c’è il nuovo che avanza, giustamente, e che ha ancora tanto da dimostrare per arrivare ai livelli di chi oggi è stato battuto e che non più tardi di qualche settimana fa lo ha battuto a sua volta. Un applauso a tutti, nessuno escluso, di tutti coloro che hanno scritto la storia del tennis. Non applaudo l’antisportività che trovo meschina.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    6. Patrizia Andreetto - 1 settimana fa

      La mia godutia e x i tifosi non certo x Federer che non c’e bisogno che me lo ricordate voi che e un grande campione a differenza di tutte le cattiverie che ho letto su Nole negli ultimi anni.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. Jolanda Giglio - 1 settimana fa

    che soddisfazione !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. Toto D'ambrosio - 1 settimana fa

    Credo che il maestro avesse un problema fisico

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Camolli Marco - 1 settimana fa

      Come sempre quando perde….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Daniel Ercolani - 1 settimana fa

      si come no quando perde federer c’è u problema

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Daniel Currà - 1 settimana fa

      Ma piantatela di dire stronzate

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Daniel Currà - 1 settimana fa

      Roger: “Mi sono sentito bene tutta la settimana, alcuni dolori sono normali quando il corpo torna a giocare su superfici dure, devo vedere come mi sento. Era una settimana positiva, oggi sono deluso, volevo fare meglio, ma avevo poche possibilità, oggi Sascha è stato migliore. ”

      “Volero’ a Cincinnati stanotte e deciderò in pochi giorni se giocare o no. Voglio essere nella migliore forma possibile agli US Open, non ho mai giocato nel nuovo stadio, ci sarà anche un cambiamento di palla”.

      “Finire l’ anno al n.1 conta di più rispetto ad essere n.1 prima degli US Open.”

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. Daniel Currà - 1 settimana fa

      Leggete cs dice Federer invece di dire cazzate

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    6. Paolo Serafini - 1 settimana fa

      Forse perche non gioca sporco con i medical time out come un certo taglialegna serbo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. Daniel Ercolani - 1 settimana fa

    che strano federer detto il re ha perso ahahahah

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy