Andy Murray salterà gli ultimi due Master 1000

Andy Murray salterà gli ultimi due Master 1000

Il britannico giocherà i tornei di Shenzhen e Pechino, ma diserterà gli impegni di Shanghai e Parigi Bercy. L’obiettivo è di tornare competitivo ai massimi livelli per il 2019, seguendo gli esempi delle passate stagioni: Federer e Djokovic.

di Giovanni Romano, @https://twitter.com/Giocker22

Andy Murray’s back? Non proprio del tutto. L’ex numero 1 del mondo ATP è apparso in conferenza stampa prima della sua partecipazione al torneo 250 di Shenzhen, a cui può partecipare grazie ad una wildcard concessa dagli organizzatori del torneo. Lo scozzese debutterà martedì o mercoledì contro un’altra wild card: il cinese Zhang (341 ATP).

RIPOSO PRIMA DEL 2019 – Il britannico, che nel 2018 ha giocato soltanto 9 match ATP, torna a in campo dopo aver trascorso le ultime settimane a casa. Nei prossimi tornei non difende alcun punto in classifica e ogni match vinto può essere una bella iniezione di fiducia anche dal punto di vista della classifica: «Sono convinto di essermi preparato bene per questo torneo, ma sono ancora ben lontano da dove vorrei essere. In ogni caso sento di star migliorando, spero di fare un buon tennis». Tuttavia, dopo questo annus horribilis, l’obiettivo è il 2019: «Ad oggi mi sento vicino al 90% della forma dal punto di vista fisico. Ho bisogno di più partite e di ore sul campo. In questa stagione ho ripreso, ho voluto giocare poco per rimettermi in sesto dal punto di vista fisico. Dopo New York non ho colpito la palla per due settimane e mi sono soffermato su allenamento e fisicità». E infatti Murray ha sorpreso tutti comunicando che si fermerà a brevissimo: «Ho deciso di saltare gli ultimi Master 1000. Giocherò a Shenzhen e a Pechino. Con il mio staff abbiamo deciso di dedicarci per lungo tempo agli allenamenti per iniziare al meglio il 2019 e tornare competitivi nei grandi tornei». E vedremo se in Cina ci sarà il primo titolo del 2019, per una vittoria nei tornei che per l’ex numero 1 al mondo manca dal febbraio 2017, con la vittoria nell’ATP 500 di Dubai.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy