Andy Murray vira sulla Svezia

Andy Murray vira sulla Svezia

Lo scorso marzo Andy Murray annunciava la separazione da Ivan Lendl, il coach che lo ha guidato alla conquista dei titoli più prestigiosi. A breve dovrebbe esserci l’annuncio del nuovo allenatore che sembra sarà di scuola svedese.

Chi sarà il nuovo allenatore di Andy Murray è l’enigma che incuriosisce da qualche tempo il mondo del tennis. Lo stesso tennista  scozzese ha giocato sulla curiosità dei media a riguardo, annunciando il giorno primo aprile di aver scelto la sua nuova guida tecnica, peccato fosse solo il tipico pesce d’aprile, appunto.
Murray aveva rotto (questa volta sul serio) il suo binomio con Ivan Lendl lo scorso marzo. Una separazione che sembra sia stata consensuale, lo stesso campione di Wimbledon però confessò che il divorzio tecnico non è stato affatto facile da affrontare per lui: “Sono distrutto ma devo riuscire ad andare avanti e so che ce la farò‘ .”
La collaborazione tra i due iniziò in finire di 2011 e molti addetti ai lavori si dimostrarono scettici, più che altro per il fatto che l’ex tennista fosse alle prime armi nel ruolo di allenatore.
Murray si sa era un diamante grezzo da affinare, distante tecnicamente, fisicamente e mentalmente dai magnifici tre, (Federer, Nadal, Djokovic) ma destinato senza dubbio a disturbare la loro egemonia. La scelta del 27enne britannico di puntare su Lendl si rivelò più che azzeccata. Dicono che Ivan abbia lavorato sulla testa e non tanto su i colpi. Con lui Murray ha imparato a non uscire più mentalmente dal match, a non dubitare delle sue capacità, limite che spesso lo faceva crollare in campo alla prima occasione persa.
Al di là delle analisi a descrivere il rapporto vincente tra Lendl e Murray sono i numeri. Sotto la sua guida Andy ha vinto l’oro Olimpico, lo Us Open e soprattutto Wimbledon.
La vittoria olimpica tra l’altro è arrivata dopo la dolorisissima finale persa all’All England contro Roger Federer, proprio a danno dello svizzero, a dimostrazione di quanto Lendl abbia lavorato sulla mentalità del 27enne di Glasgow.
La separazione tra i due è arrivata in un momento poco felice della carriera di Murray che stenta ancora a ritornare quello di un tempo dopo l’operazione alla schiena che lo ha tenuto fuori per gran parte della scorsa stagione.  A lanciare l’indiscrezione su chi sarà il prossimo allenatore del britannico è stato il Daily Mail, secondo il quale il prescelto sarebbe Jonas Bjorkman, il quale avrebbe bruciato la concorrenza di un altro svedese, Mats Wilander.
A rafforzare la tesi del quotidiano inglese ci sarebbe il “retweet” della notizia sull’account dello stesso Bjorkamn. Sempre secondo il Daily Mail il rapporto potrebbe concretizzarsi dopo il Roland Garros, anche se Murray qualche settimana fa disse di voler decidere prima di Parigi.
Non ci resta che aspettare.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy