ATP Amburgo e Gstaad: Super Pouille, Thiem non delude

ATP Amburgo e Gstaad: Super Pouille, Thiem non delude

Aggiornamenti dai due principali tornei su terra rossa del momento: ad Amburgo lo sfavorito Pouille si aggiudica il derby, in Svizzera passano Lopez e Thiem senza particolari problemi.

ATP 500 AMBURGO – Nel giorno degli italiani è un francese del 1994 a stupire tutti: Lucas Pouille domina letteralmente il connazionale Paire in un affascinante derby e si prende la prima semifinale ATP della carriera. Grande varietà di colpi e mobilità dimostrate dal giovane francese che ha approfittato di un Paire apparentemente poco in forma: è il primo semifinalista in Germania. Molti gratuiti da parte del recente trionfatore a Bastad hanno sicuramente fatto la loro parte, ma il gioco di Pouille è apparso per tutto il match decisamente più efficace e solido di quello di Paire.

L. Pouille (FRA) – B. Paire (FRA) 6-3 6-2

feli

ATP 250 GSTAAD – Anche nel paesino della Svizzera occidentale i più forti non deludono le aspettative: la testa di serie numero due Feliciano Lopez vince il match contro Santiago Giraldo e conquista la seconda semifinale dell’anno dopo aver passato un 2015 più in ombra che altro. Una super prestazione al servizio (12 aces) e una grande freddezza nei punti chiave del match, ben 11 infatti sono state le palle break salvate dallo spagnolo.

Nell’altro quarto di finale Dominic Thiem, fresco vincitore ad Umago, prosegue la sua striscia di risultati positiva battendo il coetaneo Pablo Carreno Busta. Dopo un primo set anonimo ma comunque portato a casa, è improvvisamente rientrato in partita il giovane iberico che è apparso definitivamente superiore almeno fino all’inizio del terzo set. Poi è entrato in campo il vero Thiem e non c’è stato più nulla da fare: il rovescio ha cominciato a funzionare nella maniera giusta e Carreno è crollato.

F. Lopez (SPA) – S. Giraldo (COL) 7-6(4) 6-4
D. Thiem (AUT) – P. Carreno (SPA) 6-4 3-6 6-2

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy