ATP Amburgo/Bastad/Newport: Paire e Kohlschreiber esordiscono in Germania, Arnaboldi in Svezia

ATP Amburgo/Bastad/Newport: Paire e Kohlschreiber esordiscono in Germania, Arnaboldi in Svezia

Analizziamo gli incontri Atp in programma oggi spostando l’interesse su quei match che potrebbero riservare delle sorprese. In Germania ci sarà l’esordio di Paire e Kohlschreiber, prime due teste di serie, mentre in Svezia Andrea Arnaboldi sarà opposto a Marco Trungelliti.

Commenta per primo!

HAMBURG – Il primo match del giorno sul centrale vedrà opposti il francese Paire a Daniel Gimeno Traver. E’ risaputo come il francese faccia molta fatica nei primi turni e le sue prestazioni sono condizionate da molteplici fattori. Oggi affronta un giocatore solido, classico tarraiolo che possiamo inserire in un’ipotetica “fascia alta” dei challenger, difficile inquadrare il match e di conseguenza esporsi, in quanto la partita nel bene o nel male è totalmente in balia di Benoit. Paire in questo match parte oggettivamente favorito ma è una partita sulla quale starei alla larga.

In contemporanea Leo Mayer proverà a dare un senso a questa stagione “on clay” priva di acuti importanti e che lo vede in costante affanno, nell’ultimo torneo ha dovuto arrendersi anche al connazionale Langer, non proprio un avversario insuperabile su questa superficie. L’avversario sarà il francese S.Robert, giocatore che sa dattarsi benissimo su qualsiasi superficie e che presenta un gioco solido da fondo. In verità Mayer si trascina problemi alla spalla già da prima del Roland Garros, poi è arrivato Wimbledon ma anche qui non è riuscito a superare il primo turno e poi ha cercato di ripartire dai challenger per trovare forma e fiducia. La quota dell’argentino che si assesta sull’ @1.6 è condizionata soprattutto dalle sue cattive condizioni fisiche, quindi non è follia a mio avviso provare Robert che rimane un giocatore inferiore all’argentino ma tignoso da battere. Se Mayer come credo non avrà accantonato tutti i suoi problemi il francese potrebbe essere un avversario impegnativo.

Un’altra partita interessante a mio avviso, vede l’argentino Renzo Olivo impegnato con il russo Youzhny. Interessante soprattutto per una forbice troppo ampia su terra, in quanto Misha parte da una quota media di @1.4. Il russo ha dimostrato ad inizio anno di non essere “out” dai giochi e di poter ancora competere a buoni livelli, ottimi i suoi risultati su cemento e su superfici veloci in generali, ma quando le condizioni diventano lente sta facendo fatica a replicare i risultati ottenuti ad inizio anno. La sua pur breve stagione su terra non ha visto scalpi importanti e i suoi colpi non sono così più così “pesanti”, Olivo al contrario è un giocatore che ha dimostrato di poter giocare bene anche su superfici veloci, ma rimane un giocatore che su terra si esprime meglio. Olivo ha un buonissimo servizio e colpi penetranti, a volte tende a “sbarellare”, ma quando può cerca di comandare il gioco soprattutto con il dritto. L’argentino in questo match non parte battuto e può giocarsela. In campo anche la testa di serie n.1 Philipp Kohlschreiber, opposto a Carlos Berlocq.

175217617-b7bb2bfc-d90c-4474-927d-6a8d8518f5ea

BASTAD – Andrea Arnaboldi affronterà al primo turno l’argentino Trungelliti, giocatore che si è messo in mostra di recente anche a Todi. Il primo dato importante sono i H2H che vedono in vantaggio l’italiano 2-0 entrambi i precedenti sono stati giocati su terra, il dato va preso con le pinze ma è pur sempre un riferimento importante. Arnaboldi ha un gioco relativamente leggero che si abbina bene un po’ ovunque, anche l’argentino non ha un punch esasperato e quindi in una partita di “fioretto” Arnaboldi ha sempre le sue chance. Avrei fatto quote più vicine in relazione ai precedenti, tuttavia i risultati recenti di Andrea impongono cautela, non è in un super periodo, mentre l’argentino è in buona fiducia. Qui folderei ma scegliere Arnaboldi non è un gesto folle.

Altra partita di un certo rilievo è quella del padrone di casa Ymer, che affronterà il terraiolo per eccellenza A. Montanes. Ymer quest’anno a mio avviso è andato fortissimo sciorinando un tennis gradevolissimo e d’alta scuola, è un giocatore che sa fare bene entrambe le fasi, non ha particolari punti deboli e presumibilmente lo vedremo presto costantemente giocare match ATP. Montanes è arcigno, coriaceo non molla mai, corre, recupera, fino all’ultima energia in corpo lo vedi lottare costantemente. Credo che Ymer, un po’ per il fattore “casa” e un po’ perchè lo reputo superiore come valori assoluti, per me ha maggiori chance di passare al secondo turno. In ultimo ho scelto Brown, qui le parole si sprecherebbero, ma è un match molto simile a quello che ho commentato qualche riga più su tra Paire e Gimeno. De la Nava (avversario del tedesco) ha requisiti similari al suo connazionale Gimeno, quindi in buona sostanza la disamina è identica.

web.sp_.1.17.tennis.nbk_.picB_-640x429

NEWPORT – Oggettivamente non possiamo non cominciare da Novikov. L’americano quest’anno ha giocato per intero la tournèe su erba, prendendo parte a 6 tornei compreso questo, raccogliendo discreti risultati. Il suo gioco per certi versi ha caratteristiche congeniali a questa superficie, ottimo servizio, sa giocare bene su appoggi bassi, e tira forte con entrambi i fondamentali, non è un giocatore potente ma sa far viaggiare molto bene la pallina, al servizio ha un movimento corto ma efficace. Estrella, domenica ha giocato a Cali in condizioni totalmente differenti in quanto la finale e l’intero torneo si è disputato su terra, quindi pochi giorni di adattamento alla superficie. Tuttavia mettiamo da parte questo fattore e lo consideriamo come un bonus. Burgos è un giocatore che fatica su superfici veloci, anche se proprio quest’anno è riuscito a battere a Nottingham Rajeev Ram, ma credo più ad una sporadicità che ad un cambio di tendenza. Malgrado la quota di Novikov sia in calo, sopra @1.6 c’è ancora del valore intrinseco.

Infine il derby australiano tra Thompson e Smith, quote in questo caso che vedono favorito il primo abbastanza nettamente @1.65 la quota media. Ufficialmente i due si sono incontrati per la prima volta di recente sull’erba di Surbiton, dico uffialmente perchè se non ricordo male si sono già incontrati nelle “pre-quali” degli AusOpen che assegnano le WC. A Surbiton ad avere la meglio fu Thompson in 3 set molto tirati, e le quote rispetto a quell’incontro sono leggermente lievitate per il favorito, questo a testimonianza che il match si gioca su pochissimi punto e J.P. Smith di certo non parte battuto. Non mi meraviglierei di una dolce vendetta.

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy