ATP ATLANTA – Nick Kyrgios supera Isner in finale e conquista il secondo titolo in carriera

ATP ATLANTA – Nick Kyrgios supera Isner in finale e conquista il secondo titolo in carriera

Alla fine la spunta Nick Kyrgios nella finale dell’ATP di Atlanta, evento passato in secondo piano con l’inizio delle Olimpiadi. Si arrende John Isner, autore comunque di un ottimo torneo

5 commenti

Si conclude il torneo di Atlanta e ad alzare al cielo il trofeo americano non è il padrone di casa, John Isner, bensì Nick Kyrgios, al secondo titolo in carriera. L’australiano ha avuto la meglio in due tirati set su Long John, conquistando in due set l’ultimo atto del torneo. Con questa vittoria sale di due posizioni in classifica, facendo registrare un nuovo best ranking come numero 16 del mondo. Match, come prevedibile, impostato sul servizio ma Kyrgios è riuscito a trovare anche soluzioni alternative, con pregevoli passanti e vincenti.

RIMPIANTO ISNER – Nel primo set cinque occasioni in tutto per passare in vantaggio, ma alla fine si procede on-serve fino al tie-break. Il primo a traballare alla battuta durante il set è stato l’australiano, nel secondo game del match, il suo primo al servizio. Qui il gigante di Greensboro riesce a issarsi senza troppa fatica sullo 0-40, ma sul più bello non ha capitalizzato le tre occasioni create. Poco dopo è lui che rischia il break, prima nel quinto e poi nel nono gioco del set. In entrambe le occasioni il servizio lo aiuta non poco a districarsi da queste difficili situazioni. Il tie-break si apre nel peggiore dei modi per Isner, che va sotto 4-0 in pochi secondi, perdendo due volte la battuta. Minibreak fatali per l’andamento del tie-break, che si conclude 7-3 per il nativo di Canberra.

FREDDEZZA KYRGIOS – Il secondo set si apre sulla falsa riga del primo, ma senza che i due concedano alcunché durante i propri turni di servizio. Kyrgios delizia a più riprese il pubblico con pregevoli passanti e invenzioni, come rovesci in back con effetti improbabili per il suo avversario. Verso lo scadere del set Isner rischia il colpaccio, procurandosi una palla break nell’undicesimo game, ma non riuscendo a finalizzarla nel migliore dei modi. Anche stavolta è il tie-break a decidere le sorti del parziale: Kyrgios sembra stanco ma strappa un mini-break sul secondo servizio dell’americano. Con la pioggia incombente l’australiano appare frettoloso e dilapida subito dopo il vantaggio conquistato e regalando un altro minibreak all’avversario. Succede di tutto con Isner che con un doppio fallo rende il favore e si gira sul 3-3. Ancora un errore grossolano e Kyrgios si ritrova in vantaggio di una lunghezza. Altro doppio fallo per l’americano e al secondo Championship point il tennista australiano conquista il match e il secondo titolo della stagione.

(2)Nick Kyrgios b. (1)John Isner (USA) 76(3) 76(4)

5 commenti

5 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Francesca Mazzitelli - 1 anno fa

    Ha approfittato del fatto che i giocatori più forti sono alle olimpiadi seno col cavolo che vinceva!mercenario!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Marisa Stronati - 1 anno fa

    Sono d’accordo Egidio!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Egidio Marek Fistetti - 1 anno fa

      Un buffone pazzesco

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Egidio Marek Fistetti - 1 anno fa

    ..il giocatore piu’sopravvalutato di sempre..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Marinella Di Felice - 1 anno fa

    Molto Talento kirgyos. …si è comportato pure bene! …e poi il tennis alle olimpiadi ancora non lo vedo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy