Atp Basilea: Federer suona l’ottava sinfonia!

Atp Basilea: Federer suona l’ottava sinfonia!

Roger Federer supera in rimonta l’argentino Del Potro e si laurea campione dell’Atp 500 di Basilea per l’ottava volta in carriera. Per lui si tratta del settimo titolo in stagione e del numero 95 in carriera.

di Antonio Sepe

Roger Federer vince un match incredibile contro Juan Martin Del Potro e si aggiudica il titolo di Basilea per l’ottava volta in carriera. Ottima prova dello svizzero, che ha rischiato molto risultando un po’ troppo falloso in alcuni spezzoni dell’incontro, ma che ha deliziato gli spettatori con dei colpi sublimi ed è uscito vincitore da una sfida non facile contro un avversario al quale bisogna solamente fare un grande applauso, non solo per quanto fatto quest’oggi, ma nel complesso per la strepitosa stagione che ha disputato e, statistiche alle mano, è stato il tennista che più ha messo in difficoltà Federer, portandolo al terzo set sia qui a Basilea che a Shanghai, peraltro andando molto vicino alla vittoria, ed addirittura battendolo a Flushing Meadows, in uno slam, cosa che nessuno era riuscito ancora a fare in questa stagione. Il primo set é stato molto tirato e combattuto, ma il merito più importante deve essere attributo all’argentino, che ha recuperato immediatamente prima un break e poi un altro, non permettendo al suo avversario di scappare, e poi ha piazzato l’allungo decisivo nel tie-break, anche qui rimontando brillantemente lo svizzero. Nel secondo parziale, invece, Del Potro può rammaricarsi non poco in quanto, oltre a qualche palla break qua e là avuta durante il set, si è trovato 4-4 30-30 sul servizio avversario ed ha perso un punto che, con un po’ di fortuna e di cattiveria in più avrebbe potuto portare a casa. Federer ha quindi chiuso 64 e, malgrado sia partito male nella terza frazione, vale a dire con un break subito in apertura, si è rialzato ed ha vinto 4 giochi consecutivi, impossessandosi del match e controllando fino alla fine senza lasciare scampo al malcapitato sudamericano. 

PRIMO SET- Nella prima frazione di gioco, si è subito partiti forte, non a caso il match si è aperto con un break in favore dello svizzero, che ha sfruttato un errore di dritto del suo avversario sulla palla break, ma che poi ha ceduto la battuta nel gioco seguente, a causa di qualche errore di troppo. Se da una parte Federer ha tenuto i seguenti turni di servizio in maniera decisamente agevole, l’argentino ha rischiato prima nel quinto gioco, dove si è salvato con il dritto, annullando una palla break e togliendosi da una situazione abbastanza scomoda, e poi nel game di servizio seguente, dove sulla prima palla break Federer ha sbagliato un dritto, mentre sulla seconda l’argentino ha scagliato una prima vincente. Lo svizzero ha però strappato la battuta al suo avversario nel nono gioco, riuscendo a sfruttare la palla break numero 3 grazie passante di dritto incredibile, ma come accaduto in precedenza, ha immediatamente subito il controbreak, ottenuto da Del Potro in scioltezza a causa di un errore di dritto dello svizzero. Si é dunque giunti al tie-break, dove Federer è partito meglio, issandosi sul 3-0, ma poi ha perso 6 punti consecutivi, commettendo qualche errore di troppo e subendo i colpi vincenti del suo avversario, il quale ha poi chiuso con lo score di 7-5.

Juan Martin Del Potro
Juan Martin Del Potro

SECONDO SET- Nel secondo parziale, entrambi i giocatori hanno rallentato il livello del gioco, scambiando di più da fondo campo e limitando i vincenti; ciononostante, le palle break sono arrivate ed il primo ad offrirne una è stato lo svizzero che è riuscita ad annullarla tramite un servizio vincente nel terzo gioco. Successivamente, è stato il turno di Del Potro, che ha spedito Roger sul 30-40 a causa di un doppio fallo sanguinoso, ma lo svizzero gli ha restituito il favore sbagliando una volée a campo aperto, alla quale Federer ha reagito con un gesto davvero inusuale per quanto lo riguarda, ovvero sbattendo la racchetta sulla rete in quanto estremamente rammaricato per l’occasione sprecata. Dopo un’ulteriore palla break annullata nel game seguente grazie ad un rovescio di Del Potro affossato in rete, si è giunti sul 4 pari 30 pari in bilico e con un punto che avrebbe potuto decidere il match: la buona sorte alla fine ha premiato Federer, che è stato più coraggioso del suo avversario ed è riuscito ad avere la meglio grazie ad un baci di rovescio irraggiungibile per il sudamericano. Caricato da questo importante gioco vinto, la prima forza del seeding del torneo svizzero é andata a prendersi il set, breakkando il suo avversario e rinviando ogni discorso al set decisivo. 

TERZO SET- Malgrado l’ottimo tennis espresso che ha permesso a Federer di chiudere il secondo parziale, lo svizzero é partito decisamente male nella frazione di gioco finale, vale a dire regalando un break in apertura al suo avversario a causa di un dritto sbagliato a campo spalancato e con Del Potro ormai battuto ed una volée affossata in rete. L’argentino ha dunque cominciato in discesa il set, ma il prosieguo non è stato assolutamente così: Federer ha infatti cominciato a tirare vincenti da ogni dove, ha limitato i gratuiti ed ha spinto molto anche con il servizio; il suo avversario si è ritrovato quindi impossibilitato ad opporre resistenza ed in bambola del gioco di Roger, che ha inanellato un parziale di 4 giochi consecutivi, tra cui due break, e si è avviato tranquillamente verso la fine del set, del match e dell’intero torneo, arrivata dopo 2 ore e 33 minuti complessivi di una bellissima finale, che ha visto prevalere il giocatore che ha giocato meglio e che ha meritato la vittoria. Federer salterà Bercy e dunque si spengono di fatto le chances di vederlo in cima alla classifica a fine anno, ma si conferma come favorito per la vittoria alle Finals e, in cuor suo, forse spera nell’assenza di Del Potro, un giocatore che spesso lo ha messo in difficoltà, compreso oggi, e che dovrà ricaricare velocemente le batterie in vista di uno sprint finale necessario a Parigi se vorrà staccare il pass per Londra.

Atp Basilea – Finale

Federer d Del Potro 67 (5) 64 63

17 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Roberto Porreca - 10 mesi fa

    Immenso !!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Lucia Mascia - 10 mesi fa

    U n i c o

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Giuseppe Leucata - 10 mesi fa

    mi è sembrato un pochino nervoso, comunque è uno che difficilmente si fa battere e del potro è uno tosto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Maurizio Olivieri - 10 mesi fa

    Euge…..se venisse a fa un doppietto…da noi….che dici….lo famo gioca.?.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Eugenia Scappini - 10 mesi fa

      quasi quasi lo invito!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Roberto Valentini - 10 mesi fa

    Non ci sono parole!! rimango allibito della classe della serietà e dell’impegno!! Un gigante inarrivabile

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Maria Rosa Tonelli - 10 mesi fa

    Wonderfull Roger

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Olimpia Passoni - 10 mesi fa

    Fantastico

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Camolli Marco - 10 mesi fa

    Delpo !!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Maria Luisa Grandin - 10 mesi fa

    Bravo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Giovanna Preve - 10 mesi fa

    finalmente una finale combattuta fino all’ultimo colpo .bravi bravissimi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Eugenia Scappini - 10 mesi fa

    Unico!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Lida Bernini - 10 mesi fa

    Del Potro sembrava averlo in pugno! Poi é arrivato Roger Federer!!bellissimo abbraccio finale!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Danila Lunghi - 10 mesi fa

    Ha fatto i capricci quando stava perdendo , poco tipico da lui

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Rosario Occhipinti - 10 mesi fa

    La prossima farà la nona meraviglia? Eheheh

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Che dire? Penso che a questo punto bisogna solo inchinarsi dinnanzi a questo grande campione

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Mia Barcellari - 10 mesi fa

    Mitico Roger

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy