Atp Budapest: Sinner si arrende a Djere, bene Berrettini

Atp Budapest: Sinner si arrende a Djere, bene Berrettini

Jannik Sinner non può nulla contro un ottimo Djere ed esce di scena al secondo turno. Avanza invece ai quarti Matteo Berrettini, che supera Bedene ed ora troverà Cuevas, capace di sconfiggere un pessimo Cilic in oltre tre ore di match.

di Antonio Sepe

Si ferma al secondo turno l’avventura ungherese di Jannik Sinner, ripescato nel main draw dopo il ritiro di Lajovic e capace di battere all’esordio Mate Valkusz, diventando il primo 2001 a tagliare questo traguardo. A mettere fine alla sua corsa ci ha pensato il serbo Laslo Djere, che gli ha rifilato un severo 6-3 6-1 e lo ha estromesso dal torneo, il primo del circuito maggiore al quale l’altoatesino ha preso parte. Davvero poco da recriminare quest’oggi per il tennista azzurro, che ci ha provato sin dall’inizio dando tutto ciò che aveva, ma ha dovuto cedere il passo al suo avversario, autore di una prova estremamente positiva e priva di imprecisioni. Nonostante il punteggio finale non rispecchi esattamente quanto si sia visto in campo, con l’equilibrio che di fatto non ha mai abbandonato la sfida e, nel complesso, con parecchi games combattuto quasi tutti finiti nelle mani del serbo, Djere ha dato l’impressione di esser in controllo dell’incontro sin dall’inizio e, complice la maggior esperienza, ha sempre tenuto a bada il suo avversario senza mai consentirgli di impensierirlo. Nonostante la sconfitta, grazie a questo risultato Sinner farà il suo ingresso in Top 300 e comunque lascerà l’Ungheria con una buona dose di fiducia in più e, inevitabilmente, anche di esperienza. Prosegue invece la corsa di Djere, che al prossimo turno troverà Nikoloz Basilashvili, vincitore in tre set su Gojowczyk.

Laslo Djere
Laslo Djere

Approda invece ai quarti Matteo Berrettini, che compensa la sconfitta di Sinner con una convincente vittoria e si erge a ultimo baluardo in rappresentanza dei colori azzurri in quel di Budapest. Nella giornata odierna, il tennista romano si è imposto in due parziali ai danni di Aljaz Bedene, assicurandosi un primo set incredibilmente lottato al tie-break, vinto per 10 punti a 8, e passeggiando nel secondo, agevolmente blindato per 6-2. Prova maiuscola di Berrettini al servizio, che non ha perso neppure un singolo punto quando ha messo la prima in campo e non ha dovuto fronteggiare neanche una palla break. Ai quarti di finale, l’azzurro troverà Pablo Cuevas, il quale ha sconfitto la prima testa di serie del torneo, Marin Cilic, al termine di un match a dir poco epico. Dopo aver perso il primo parziale per 7-5, l’uruguagio ha annullato un match point nel tie-break del secondo set prima di aggiudicarselo per 8 punti a 6; infine, nella frazione decisiva, dopo aver mancato ben quattro match point, il sudamericano l’ha spuntata solamente al tie-break, dove un pessimo Cilic non è stato capace di invertire un trend decisamente negativo.

Nonostante la sconfitta dell’ex Top 10, la Croazia può sorridere grazie a Borna Coric, che ha prevalso in tre set sull’olandese Haase, portando a casa un match piuttosto complicato. Ai quarti, Coric affronterà il qualificato Krajinovic, il quale ha superato l’ottava forza del seeding Radu Albot.

P. Cuevas b. [1/W] M. Cilic 57 76(6) 76(3)

M. Berrettini b. A. Bedene 76(8) 62

[4] N. Basilashvili b. P. Gojowczyk 63 06 63

[5] L. Djere b. [L] J. Sinner 63 61

[Q] F. Krajinovic b. [8] R. Albot 75 64

[2] B. Coric b. R. Haase 63 46 64

13 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Nicola Pennisi - 4 settimane fa

    Ve l’avranno già chiesto in mille probabilmente….non ero attento….ma come mai Rafa continua col paintjob de “la decima”?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Vincenzo Marone - 4 settimane fa

    Dispiace x Sinner !!talentuoso e già forte mentalmente

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Massimo Moro - 4 settimane fa

    Certo, non è che rapisca lo sguardo quando gioca, con quella sua monotematicità di dritti e rovesci sparati e senza alcuna variazione sul tema.
    Ecco: se maturando imparerà a variare il suo gioco arricchendolo con un po’ di fantasia e di imprevedibilità, allora gli si apriranno interessantissime prospettive. Diversamente non penso possa arrivare molto in alto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Eliana Di Maggio - 4 settimane fa

    Bravissimo Sinner hai lottato e sei uscito a testa alta . Hai giocato u buon tennis

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Serafino Paoloni - 4 settimane fa

    Prima partita in atp 250 va al 2 turno complimenti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Edoardo Grasso - 4 settimane fa

    A me non è piaciuto. Speriamo che non sia un altro Quinzi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Paolo Maoggi - 4 settimane fa

    Però gioca veramente bene!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. William Viezzer - 4 settimane fa

    Ho visto Simmer x la prima volta e devo dire che promette molto bene,certo Djere ha giocato una partita nella quale avrebbe messo in difficoltà un giocatore di classifica ben più alta della sua!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Maria Giulia Donato - 4 settimane fa

      concordo,avrebbe battuto pure cilic visto quanto ha giocato male oggi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Marinella Di Felice - 4 settimane fa

    Bravo comunque!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Paola Pollini - 4 settimane fa

    Complimenti a questo ragazzino e ora forza Matteo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Giancarlo Lagrosa - 4 settimane fa

    Per almeno un set ha lottato alla pari…premesse ottime…giusto lanciarlo subito nel circuito… diventerà presto un top 100

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Teresa de Lucia - 4 settimane fa

    Va benissimo comunque. Bravo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy