ATP Challenger: il resoconto della settimana

ATP Challenger: il resoconto della settimana

A San Louis Potosi si ferma in semifinale il torneo di Paolo Lorenzi. Nel Challenger di Raanana in Israele, dopo aver superato le qualificazioni, non vanno oltre il primo turno Viola ed Arnaboldi.

A San Louis Potosi si ferma in semifinale il torneo di Paolo Lorenzi. Nel Challenger di Raanana in Israele, dopo aver superato le qualificazioni, non vanno oltre il primo turno Viola ed Arnaboldi.
Cominciamo dal Challenger di San Louis Potosi che vedeva impegnato il nostro Paolo Lorenzi. Paolino si è però dovuto fermare inaspettatamente in semifinale, battuto dall’irlandese James McGee best ranking questa settimana  al 170esimo posto Atp con un balzo in avanti di 33 posizioni. In finale l’irlandese ha trovato l’argentino Guido Pella che, dopo aver sconfitto nei quarti ed in semifinale Gabashvili (prima testa di serie) e Duckworth, centra il primo successo stagionale battendo Mcgee agevolmente per 6-3, 6-3. Da oggi è al 155 delle classifiche di singolare.

guido pella - tennis circus
Nella settimana appena trascorsa si è giocato anche in Francia e precisamente a le Gosier. Nessun italiano presente in un tabellone interessante anche per la presenza di Marcos Baghdatis e Pablo Andujar.
Ottimo il torneo della promessa inglese Kyle Edmund che conferma la sua costante crescita arrivando in semifinale e dovendo arrendersi ad Edouard Roger-Vassilin. Per l’inglese in questo 2015, dopo aver vinto Honk Kong, è la seconda semifinale raggiunta dopo quella di Irving.
Ad aggiudicarsi il challenger da 100mila dollari è stato il belga Ruben Bemelmans che ha sconfitto Roger-Vassilin 7-6, 6-3. Per Bemelmans è una vittoria che lo porta alle porte della top 100, una scalata costruita grazie agli ottimi risultati nei challenger di questo inizio stagione.

Ruben+Bemelmans+tennis circus
Infine si è giocato anche a Raanana, in Israele, l’ Electra Israel Open 2015. Nel main draw, due italiani Matteo Viola e Andrea Arnaboldi. Viola è stato abile a superare le qualificazioni sconfiggendo nell’ordine il padrone di casa Reznik, Mektic ed al terzo turno l’australiano Ebden. Il cammino del 27enne di Marghera si è purtroppo interrotto al primo turno sconfitto dall’esperto russo Kravchuk. Per Arnaboldi cammino simile. Nelle qualificazioni ha battuto Arvidsson, Elgin ed il francese Musialek, ma al primo turno del tabellone principale si è dovuto arrendere, dopo tre combattuti set, al turco Ilhan.

Basilashvili
In finale si sono affrontati il georgiano Balasilashvili ed lo slovacco Lacko. Sono stati necessari tre set a Balasilashvili per portarsi a casa il trofeo. Per il georgiano si tratta del primo successo stagionale, dopo le buone prove offerte soprattutto nel 250 di Doha, torneo in cui ha battuto nel primo turno Mikhail Youzhny.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy