ATP CINCINNATI – Coric asfalta Nadal, Tomic supera Nishikori

ATP CINCINNATI – Coric asfalta Nadal, Tomic supera Nishikori

Serata incredibile quella di Cincinnati. Escono tutti i favoriti nei primi quattro match disputati: Nadal si arrende a Coric, Tomic la spunta su Nishikori mentre Johnson e Dimitrov vincono rispettivamente contro Tsonga e Wawrinka

3 commenti

Clamoroso al Centrale, verrebbe da dire. Tutte le teste di serie impegnate fin qui negli ottavi dell’ATP di Cincinnati cedono il passo ad avversari meno quotati, ma non per questo non meritevoli.

RINATO – Il primo a cadere è Stan Wawrinka, forse il più prevedibile vista l’altalenante stagione dello svizzero. Il bulgaro raggiunge i secondi quarti di finale consecutivi della stagione, confermando i buoni segnali mostrati da quando ha cambiato il coach, affidandosi a Vallverdu. Il match prende una brutta piega per il due volte campione Slam verso la fine del primo set, dopo che aveva avuto una palla per portarsi a servire per il parziale. Servizio perso nel game seguente e Dimitrov porta a casa la prima frazione. Secondo set meno emozionante, dove il bulgaro mantiene il pallino del gioco fino a trovare il break decisivo. Ora per lui ci sarà Steve Johnson, vittorioso su Tsonga.

AU REVOIR – Il francese si è mostrato passivo e ha lasciato fare il bello e il cattivo tempo al proprio avversario. Dal canto suo l’americano ha rischiato in più occasioni nel primo parziale, cedendo per primo la battuta ma riuscendo a recuperare poi alla grande. Nel set successivo si procede on-serve senza particolari emozioni, almeno fino al 12esimo game, dove Tsonga spreca un set point. Nel tie-break il francese ne ha altri tre, ma non riesce a finalizzare in nessuna occasione. Più cinico Johnson, che alla seconda occasione chiude definitivamente il match.

GUAI FISICI – Batosta anche per Rafael Nadal, che soccombe sotto i colpi di un ispirato Borna Coric. Il maiorchino non è sembrato al top, accusando anche un problema fisico. A fare la differenza è stata però la solidità del croato da fondo campo, che ha costretto Nadal all’errore. In appena 20 minuti si viaggia sul 4-1 e solo pochi minuti più tardi si conclude il primo set, lasciando a un irriconoscibile Nadal solo un game. Medical time-out per lo spagnolo che fa medicare il proprio gomito sinistro ma senza ottenere gli effetti sperati. Dopo un filotto di game in favore di Coric, Nadal torna a vincere un game, peraltro mettendo a referto un break. La rimonta non si concretizza e lo spagnolo è costretto ad abdicare.

QUANTI ERRORI! – Niente da fare anche per Kei Nishikori, che sbatte contro il muro Tomic. L’australiano parte in sordina, cedendo un break al giapponese. Break che sarebbe potuto costargli il primo set, se non fosse che l’asiatico sul più bello, dopo due set point non sfruttati, cede la battuta. Nel tie-break dominio del 23enne Aussie che chiude con un perentorio 7-1. Nel secondo set è ancora Nishikori ad avere la possibilità di portare a casa il parziale, ma in tre occasioni fallisce l’obiettivo. Ne scaturisce un altro tie-break, in cui alla seconda occasione Tomic fa suo l’incontro. Fallosità fuori dal normale per il nipponico che fa registrare la bellezza di 35 errori gratuiti in tutto l’arco del match.

G. Dimitrov b. [2] S. Wawrinka 6-4 6-4
B. Coric b. [3] R. Nadal 6-1 6-3
S. Johnson b. [7] J.W. Tsonga 6-3 7-6(6)
B. Tomic b. [5] K. Nishikori 7-6(1) 7-6(5)

3 commenti

3 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Nadal e Nishikori sono esausti dopo le olimpiadi, è normale che fossero senza energie.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Jacques Doumont - 1 anno fa

    Bravo Coric – beau nettoyage.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Francesco Pipo Pilò - 1 anno fa

    Nadal asfaltato ? Ahahhaha. Dovete dire ma la partita l avete vista. Per me raccontate solo cavolate.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy