ATP CINCINNATI – Inarrestabile Murray, c’è Cilic in finale

ATP CINCINNATI – Inarrestabile Murray, c’è Cilic in finale

Raonic e Dimitrov sono costretti ad alzare bandiera bianca rispettivamente contro Murray e Cilic, quest’ultimo vittorioso in rimonta. Non si ferma la striscia di successi dello scozzese, per lui ora finale fondamentale anche per la rincorsa al n°1.

Partite emozionanti quelle della notte italiana a Cincinnati. Le due semifinali si sono dimostrate all’altezza delle aspettative di pubblico e appassionati, che oggi potranno godere di una bella finale.

DOMINIO MURRAY – I primi a scendere in campo sono stati Andy Murray e Milos Raonic, nella riedizione “ristretta” della finale dello scorso Wimbledon. Come visto in passato, difficilmente il canadese è riuscito a mettere in difficoltà il campione olimpico, quanto mai solido in risposta. Il primo set rischia di prendere subito una brutta piega per Raonic, che con due doppi falli si ritrova a fronteggiare le prime due palle break dell’incontro. Così è, visto che Murray passa a condurre con estrema facilità. Occasione di recupero nel game successivo, ma il britannico annulla subito la palla break concessa. La trama di gioco è tanto semplice quanto chiara: se si inizia a scambiare ad uscire vincitore del punto è Andy Murray, che sia con passanti o colpi profondi e vincenti. Nonostante ciò rischia ancora di cedere il proprio servizio nel sesto gioco, andando sotto 30-40, ma conquistando i tre punti successivi. Poco o niente di lì in poi, con lo scozzese che chiude il primo parziale con un altro break.

IN CONTROLLO – Ciò che manca al canadese sono i suoi colpi principali, risultati molto fallosi soprattutto all’inizio della seconda frazione. Inizio in controllo da parte del numero 2 del mondo, che non concede più nulla al proprio avversario. Nell’ottavo gioco si concretizza la sconfitta di Raonic. Sotto 4-3, dopo un doppio fallo e un paio di vincenti del suo avversario, finisce per concedere il break con un diritto a rete, portando il suo avversario a servire per il match. È qui che Murray tituba un po’, concedendo una palla break e chiudendo la pratica solo al terzo match point.

EQUILIBRIO – L’altro match si rivela più appassionante ed equilibrato, con Cilic che la spunta solo in rimonta contro un ritrovato Dimitrov. La svolta del primo set arriva nello spesso fatidico settimo game. Qui il bulgaro mette a segno un punto dopo l’altro, fino a strappare il servizio al proprio avversario. Nessun rischio per Dimitrov nel game successivo, tenuto a zero, prima di servire nuovamente con successo aggiudicandosi il primo set. Nel secondo parziale è il più giovane talento balcanico a vacillare al servizio. Prima annulla una palla break nel secondo game, ma nel sesto non può nulla, e complici due sanguinosi doppi falli concede il break al proprio avversario. Curioso come da lì in poi nessuno dei due riesca più a vincere punti in risposta, con Cilic che nel nono gioco chiude il set con il terzo game consecutivo tenuto a 0.

REMUNTADA – Nel set decisivo il croato rischia in apertura, quando in pochi istanti si ritrova sotto 15-40. Palla break sfruttata da Dimitrov, che in virtù del precedente game di servizio vinto si ritrova sul 2-0 e servizio. Qui, nel game più lungo dell’incontro si concretizza il controbreak, dopo ben 5 palle game non sfruttate dal tennista bulgaro. La stanchezza sembra ora far da padrona e i turni di servizio sono molto combattuti. Ancora break per Dimitrov, che si issa fino al 4-2. Dopo aver sciupato due chance per il 5-2, finisce per cedere nuovamente il break. Nell’undicesimo game è ancora il bulgaro ad andare 30-0, a due punti dal garantirsi il tie-break. Cilic però rimonta nel punteggio e grazie a un episodio fortunoso (uno spettatore chiama out un diritto di Cilic) si aggiudica il break, che lo porta a servire per il match. Qui non incontra problemi di sorta a chiudere alla prima occasione, con il settimo ace del match.

[12] M. Cilic b. G. Dimitrov 4-6 6-3 7-5[1]
A. Murray b. [4] M. Raonic 6-3 6-3

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy