Atp Estoril/Istanbul: Sousa elimina Tsitsipas, out anche Carreno Busta. Daniel-Jaziri la finale in Turchia

Atp Estoril/Istanbul: Sousa elimina Tsitsipas, out anche Carreno Busta. Daniel-Jaziri la finale in Turchia

Joao Sousa fa sognare i suoi tifosi e, grazie alla vittoria ai danni di Tsitsipas, raggiunge la finale nel suo Portogallo, dove troverà Tiafoe, il quale è riuscito nell’impresa di sconfiggere Carreno Busta, tds 2. Ad Istanbul, finale inedita tra Taro Daniel e Malek Jaziri, entrambi alla ricerca del primo titolo in carriera.

di Antonio Sepe

ATP ESTORIL- Giornata molto interessante quest’oggi ad Estoril, dove si sono disputate le due semifinali e, a prescindere dagli esiti, altrettanto sorprendente, i due match sono stati piuttosto piacevoli da guardare e di livello indubbiamente alto. Ottime notizie per il pubblico locale, che ha spinto fino alla finale Joao Sousa, ad un passo dall’eliminazione al secondo turno contro Pedro Sousa dove ha dovuto annullare due match point, ma capace di raggiungere l’ultimo atto del torneo, battendo peraltro in semifinale Tsitsipas, reduce dalla finale dell’Atp 500 di Barcellona e da vittorie estremamente prestigiose nelle ultime due settimane. Sousa, dopo aver agguantato il primo set grazie al break ottenuto nel settimo gioco, ha lasciato andare il secondo per poi concentrarsi sul terzo. Qui, i servizi hanno regnato indisturbatamente ma, al tie-break, ad avere la meglio è stato proprio il portoghese, che si è dimostrato più lucido e disposto a scambiare. 

Nell’altra semifinale, risultato decisamente a sorpresa in quanto il campione in carica del suddetto torneo, nonché tds 2, Pablo Carreno Busta, ha rimediato una sonora batosta per mano dell’americano Tiafoe, che ha dominato entrambi i set ed ha lasciato appena 5 games al suo avversario. Domani, alle 16:30, finale molto importante per entrambi in quanto chi vincerà entrerà in Top 50 e, se dovesse avere la meglio il portoghese, tutta Estoril festeggerebbe e dunque si vivrebbe un’atmosfera di festa, mentre se a spuntarla dovesse essere l’americano, raggiungerebbe il suo best ranking e, nonostante un po’ di amarezza, il torneo portoghese potrà vantare un campione che in futuro non vorrà certo rimanere con le mani in mano ma cercherà di ritagliarsi il suo spazio anche a livelli più alti. 

ATP ISTANBUL- Nel torneo che si disputa in Turchia, invece, la finale sarà disputata da Taro Daniel e da Malek Jaziri, entrambi alla ricerca del primo titolo in carriera, ma addirittura ancora orfani di una finale Atp. Quest’oggi, il tennista giapponese ha sconfitto Chardy in un incontro thriller, che ha visto il francese rimontare un set di svantaggio al suo avversario, ma poi perdere al terzo set dopo due e 36 minuti di gioco complessivi tra break, ribaltamenti di fronte continui e colpi di scena. Più comodo l’impegno del tunisino Jaziri, che ha superato in maniera agevole il suo avversario Djere, giustiziere di Paolo Lorenzi, chiudendo la pratica in due set e senza lasciare mai in discussione l’esito del match, dominato praticamente sempre. Finale di un’importanza estremamente rilevante anche per i due tennisti impegnati qui ad Istanbul, in quanto la vittoria garantirebbe a Daniel il best ranking, intorno alla posizione 80, mentre a Jaziri consentirebbe di issarsi intorno alla posizione 55 ed avere più possibilità di entrare nei main draw durante l’anno.

Atp Estoril – Semifinale

Sousa d Tsitsipas 64 16 76 (4)

Tiafoe d Carreno Busta 62 63

Atp Istanbul – Semifinale

Jaziri d Djere 63 62

Daniel d Chardy 63 46 64

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Giuseppe Pulici - 3 settimane fa

    Ohhhhh ha battuto il predestinato… ma pensa te. Tutti fenomeni su Fb.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Massimo Mangiarotti - 3 settimane fa

    Incredibile. Un mediocre tennista.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Maria Pia Martin - 3 settimane fa

      Nel tennis nulla é scritto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Massimo Mangiarotti - 3 settimane fa

      Tautologico.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy