Atp Gstaad/Amburgo: Fognini vince in rimonta, out Lorenzi

Atp Gstaad/Amburgo: Fognini vince in rimonta, out Lorenzi

Giornata dalle due facce quella vissuta dall’Italia a Gstaad, che ha visto uscire sconfitto Paolo Lorenzi per mano di Gulbis, ma poi ha assistito al trionfo di Fabio Fognini, che ha sconfitto in rimonta Gombos e nei quarti affronterà proprio il lettone Gulbis. Avanti anche Sousa ed Hanfmann, mentre ad Amburgo escono di scena Ferrer e Paire.

Commenta per primo!

BENE FOGNINI, LORENZI FUORI- Possono sorridere a metà i colori italiani al termine di questa giornata di tennis. Per quanto ci riguarda, il torneo di Gstaad è quello che interessa maggiormente la nazionale tricolore in quanto erano impegnati 2 tennisti, oltre a Giustino fuori al primo turno, ma da domani, purtroppo, solo uno potrà giocarsi un posto in semifinale. Si tratta di Fabio Fognini, che oggi ha riscattato un pessimo inizio, superando in rimonta l’abbordabile Gombos e conquistandosi un posto nei quarti. Fabio ha iniziato il match nel peggiore dei modi, ovvero con un netto 61, che poteva essere anche 60 se Gombos non avesse mancato due set point, e non ha lasciato presagire nulla di buono. Fortunatamente, l’azzurro ha azzerato tutto ed é ripartito daccapo, consapevole di essere superiore al suo avversario e di avere le carte in regola per ribaltare la sfida. Il secondo parziale é stato pieno di break e di palle break, e Fognini é stato molto bravo, anche un po’ fortunato, a spuntarla mettendo a segno il break decisivo nel decimo game che é valso il 64 finale ed ha rimandato ogni discorso alla terza frazione di gioco. Qui, Fabio é partito male perdendo subito il servizio, ma poi ha inanellato una serie di 4 games a 0 ed ha sprecato un vantaggio di 40-0 sul servizio avversario che avrebbe potuto incrementare la serie positiva. Da lì in poi non ci sono state più chances di modificare le sorti del match e Fognini ha portato a casa il terzo parziale con il punteggio di 63 e di conseguenza ha fatto suo il match, riscontrando qualche patema di troppo, ma riuscendo comunque nell’obiettivo principale che era quello di vincere.

Fabio Fognini, in semifinale dopo aver battuto Kei Nishikori

Se l’esordio di Fognini non é stato dei più semplici, lo stesso non si può dire per Lorenzi, che aveva già giocato il suo primo match nei giorni passati, peraltro vincendo contro Chiudinelli, ed oggi scendeva in campo per tentare di staccare il pass per i quarti di finale. L’avversario che lo separava dal traguardo era Gulbis, lettone dotato di talento e che non avrebbe reso facile la vita dell’azzurro. Nel primo parziale, ad eccezione di qualche palla break sparsa, non ci sono state grosse occasioni di break, almeno fino al 65, quando Gulbis ha fallito 4 match point ed ha condannato il primo set ad un inevitabile tie-break: quest’ultimo si é rivelato molto più combattuto del previsto ed é terminato con il punteggio di 12-10 in favore del lettone, che ha avuto la meglio all’ottavo set point. Nella seconda frazione di gioco, l’unico gioco degno di nota é stato il quarto, dove Lorenzi ha strappato il servizio al suo avversario, convertendo l’unica palla break del set é conquistando il parziale per 6 giochi a 3. Nel terzo set, per terminare, Gulbis ha subito avuto l’occasione di far girare il parziale dalla sua parte, ma le tre palla break a disposizione nel secondo gioco non sono bastate, perciò si é andato avanti con i servizi che hanno regnato senza dare segni di cedimento. Purtroppo, il primo ad abbassare la guardia ed a subirne le conseguenze é stato Paolino Lorenzi, che ha perso a 15 la battuta nel decimo game ed ha consegnato il set al lettone per 64. Gulbis approda quindi ai quarti e sarà lui l’avversario di Fabio Fognini, in un match spumeggiante tra due dei talenti più cristallini di questo tennis e dunque assolutamente da non perdere.

ATP 250 GSTAAD- Nei due restanti match disputati in terra svizzera, c’é stato il dominio di Joao Sousa che ha surclassato in due rapidi set il beniamino di casa Laaksonen, mentre c’é stato più equilibrio nell’incontro che ha visto opposti Feliciano Lopez ed il tedesco Hanfmann, con lo spagnolo che é calato vertiginosamente alla distanza ed ha spianato la strada al suo avversario.Joao Sousa of Portugal celebrates scoring a point against Japan's Go

ATP 500 AMBURGO- Giornata piena di match quella da poco conclusa ad Amburgo, dove non é assolutamente mancato lo spettacolo, ma neppure qualche sopresa. Oltre al già delineato quarto tra Florian Mayer e Diego Schwartzman, si sono andate a formare le te restanti sfide che comporranno il quadro dei quarti di finali. Nella parte alta, Leonardo Mayer sconfigge in due parziali il teutonico Struffolo e vendica il suo connazionale Zeballos, superato con un duplice 64 dal suo prossimo avversario, Jiri Vesely. Vanno a completare la parte superiore del tabellone il russo Khachanov e l’argentino Delbonis, con il primo che ha vinto un match tirato contro l’ostico Bedene ed il secondo che ha avuto la meglio sul recente campione di Bastad, David Ferrer. Infine, sono cadute due tds nella parte bassa del main draw, entrambe di nazionalità francese e che corrispondono ai nomi di Benoit Paire e Gilles Simon. Il primo, noto per i suoi colpi spettacolari ma anche per il suo comportamento spregiudicato, é stato sconfitto dal sudamericano Kicker, che conferma la buona vittoria ottenuta al primo turno ai danni del beniamino di casa Tommy Haas. Simon ha invece perso per mano del tedesco Kohlschreiber, che ha dominato il primo ed il terzo set con un passaggio a vuoto nel secondo,

Amburgo

Kicker (Arg) d Paire (Fra) 64 76 (9)

Delbonis (Arg) d Ferrer (Spa) 75 63

Vesely (Cze) d Zeballos (Arg) 64 64

Khachanov (Rus) d Bedene (Gbr) 76 (4) 57 64

Kohlschreiber (Ger) d Simon (Fra) 63 36 62

Mayer (Arg) d Struff (Ger) 75 62

Gstaad

Gulbis (Lat) d Lorenzi (Ita) 76 (10) 36 64

Fognini (Ita) d Gombos (Svk) 16 64 63

Hanfmann (Ger) d Lopez (Spa) 76 (5) 36 61

Sousa (Por) d Laaksonen (Sui) 61 62

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy