Atp Halle/Queen’s: l’uragano Roger si abbatte su Halle, avanti in 3 Zverev e Dimitrov

Atp Halle/Queen’s: l’uragano Roger si abbatte su Halle, avanti in 3 Zverev e Dimitrov

In Germania, Federer supera in due set Mayer con una prestazione molto convincente. Approda in semifinale anche A.Zverev, mentre al Queen’s Dimitrov la spunta al terzo contro Medvedev e Lopez sconfigge per la seconda settimana consecutiva Berdych.

1 Commento

CONTINUA LA RICERCA AL NONO TITOLO- Vince e convince Roger Federer, tds 1 che é alla ricerca della nona sinfonia nel torneo tedesco. L’elvetico ha disputato un buon match contro Florian Mayer, campione in carica, ed ha espresso un discreto livello di gioco, che ha da una parte mostrato diversi punti deboli sui quali migliorare, per esempio la seconda di servizio dove ha leggermente sofferto, oppure la bestia nera, cioè le palle break, che oggi è tornata a tormentare il rosso crociato, causandogli un record piuttosto negativo di 2 palle break convertite su ben 12 a disposizione. Federer non è partito nel migliore dei modi all’inizio del match ed ha sofferto un po’ nello scambio prolungato, ma il servizio gli ha dato una grossa mano e gli a consentito di risolvere alcune situazioni potenzialmente pericolose. Il break é arrivato nel quarto game ed é stato difeso piuttosto bene, anzi il tennista di Basilea ha avuto tre ulteriori palle break, ovvero set point, nell’interminabile ottavo game che ha permesso a Mayer di allungare la prima frazione di gioco, poi finita 63 in favore di Roger.

Roger Federer

Nel secondo parziale, é accaduto il contrario rispetto al set d’apertura: il servizio di Federer ha leggermente tentennato, ma la grande abilità dello svizzero gli ha consentito di annullare due palle break e di portare a casa un game delicato. Dopo un successivo turno di battuta abbastanza difficile, il break ottenuto nel quinto gioco rappresenta il punto cruciale del set, che è palesemente girato in favore di Federer, il quale ha perso 3 punti in altrettanti turni di servizio ed ha fallito due palle break sul 42 e due match point sul 53. Lo svizzero ha poi chiuso la pratica 64 ed ha messo in evidenza i punti deboli del suo avversario, che ha vacillato sulla seconda di servizio e non è stato molto incisivo in risposta, a differenza del pluri campione slam che ha disputato un discreto match, sia al servizio che un po’ meno in risposta, malgrado il calibro del suo avversario fosse notevole. L’elvetico approda quindi in semifinale dove se la vedrà con il NextGen Khachanov, che oggi ha sconfitto in tre set il connazionale Rublev, ma che non dovrebbe considerare un significante pericolo per la tds 1, la quale ha un’importante possibilità di centrare la finale, dove c’è il rischio di incontrare tra gli altri Alexander Zverev, che ha estromesso dal torneo a Federer proprio l’anno scorso. 

OK DIMITROV E A.ZVEREV, MALE BERDYCH- L’ultimo match disputatosi ad Halle ha visto protagonista Alexander Zverev, che ha trionfato ai danni di Bautista Agut, il quale ha giocato ad alto livello per due set per poi crollare nell’ultimo. La prima frazione è finita nelle mani dello spagnolo al tie-break, con il punteggio di 8 punti a 6 dopo un set point annullato al suo avversario. Anche il secondo parziale ha avuto lo stesso esito del primo con la sola differenza che a portarlo a casa è stato il teutonico e lo ha fatto con un perentorio 71 maturato nel tie-break. Infine, nel set decisivo, non c’è stata assolutamente partita e Alexander Zverev ha agevolmente prevalso 61. In Inghilterra, Grigor Dimitrov ha perso un set ed strada contro un ottimo Medvedev che però ha ceduto con lo score di 63 36 63 in favore del bulgaro, mentre Tomas Berdych non è riuscito a vendicare la sconfitta della settimana precedente a Stoccarda ed ha perso nuovamente contro lo spagnolo Lopez, che ha avuto la meglio 75 al terzo, peraltro dopo aver annullato un match point al suo avversario proprio nel terzo parziale sul punteggio di 54.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Carmine Ferrara - 4 settimane fa

    Federer mi è sembrato più centrato nel turno precedente contro Misha Zverev. Nel match contro Mayer ha palesato troppa fallosità sul rovescio ( troppo spesso in rete ). A tratti, come sua abitudine ha sfoderato dei colpi magici. Il servizio lo ha comunque tenuto a galla. Poi c’è da considerare l’enorme numero di palle break non sfruttate che contro un altro avversario potrebbero risultare fatali.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy