Atp Indian Wells: uno strepitoso Fognini vince un match assurdo contro Tsonga ed accede al terzo turno, bene Thiem ed Isner

Atp Indian Wells: uno strepitoso Fognini vince un match assurdo contro Tsonga ed accede al terzo turno, bene Thiem ed Isner

In America, l’azzurro ha vinto un match incredibile contro la tds 8, Tsonga, che ha ceduto 64 al terzo. Vincono anche Isner, Thiem e Goffin, mentre a sorpresa fuori Ivo Karlovic.

19 commenti

SEMPLICEMENTE FABIO- Ha veramente del clamoroso ciò che è successo sul campo centrale del torneo di Indian Wells, dove Fabio Fognini ha battuto in tre set l’ottava tds, Tsonga. Il match è stato incredibile, pieno di ribaltamenti di fronte e di colpi di scena, in particolare nell’ultimo parziale, dove ci sono stati break nella metà dei games. Nel primo set, c’è stato un grande equilibrio tra i due giocatori, che si sono equivalsi e, non a caso, non ci sono state grosse chances: le uniche occasioni a disposizione sono state due palle break per l’azzurro in due diversi turni di servizio di Tsonga ed un delicatissimo set point in favore del transalpino sul punteggio di 65. Il set è andato dunque al tie-break, dove Fabio è stato più lucido ed ha conquistato il mini-break decisivo che gli ha permesso di vincere 7 punti a 4. In questo parziale, l’italiano ha dimostrato un ottimo rendimento al servizio, in particolare sulla prima dove ha potuto vantare oltre il 90 % dei punti. Nel secondo set, i due giocatori si sono un po’ sciolti e, dopo il break a 0 messo a segno dal francese nel terzo game, i games hanno notevolmente allungato la loro durata e la differenza, in qualche modo, l’ha fatta la prima di servizio di Tsonga, più solida di quella di Fabio, il quale ha concesso un altro break al transalpino, potenzialmente letale visto l’ordine dei servizi del set in arrivo che avrebbe penalizzato l’azzurro. Il terzo parziale è stato qualcosa che raramente si vede sui campi da tennis: break su break, capovolgimenti di fronte continui e sorprese all’orizzonte. Diversamente da come si poteva prevedere, è partito meglio Fognini, che ha subito messo a segno un break e si è portato avanti 20; il francese, però, ha dimostrato di esser lì, e, non solo ha piazzato subito il controbreak, ma ha anche avuto l’occasione di andare avanti 42, annullata dalla lucidità di Fabio che è stato bravissimo a neutralizzare queste chances di break. Sul punteggio di 3 pari, si sono susseguiti tre games, all’interno dei quali ci sono stati punti straordinari, ma soprattutto tre break su tre, che hanno quindi portato Fognini a servire per il match. Qui, l’italiano non ha minimamente tremato, anzi, è stato molto intelligente a non perdere la calma quando gli è stato chiamato un fallo di piede sul 15-0 che ha provocato un doppio fallo. Fabio Fognini è riuscito a portare a casa un match semplicemente straordinario, dimostrando un’ottima tenuta fisica, come suo solito, ma soprattutto mentale, dato che è riuscito a contenersi e non ha dato in escandescenze. Grazie a questa vittoria, la prima su un Top 10 da un paio di anni a questa parte, l’azzurro si è guadagnato l’accesso al terzo turno, dove incontrerà Pablo Cuevas oppure Martin Klizan.

BENE THIEM, FUORI KARLOVIC- Nessun problema per Dominic Thiem, il quale, nel match odierno, ha battuto in poco più di un’ora il numero 80 al mondo, Jeremy Chardy, che ha ceduto in due set. Nel primo parziale, l’austriaco ha messo fin da subito le cose in chiaro, con un break in apertura, e poi ha ribadito la sua superiorità grazie ad un break in chiusura; l’unico rischio che ha corso è arrivato nel quarto gioco quando il francese ha avuto 3 palle break, ma non è riuscito a convertirle, non compromettendo quindi l’esito del set. Il secondo parziale, al contrario, è stato più equilibrato ed, a partire meglio è stato Chardy, che ha messo a segno i primi 8 punti del set portandosi sul 20. La tds 8, però, è stata molto abile a non far scappare il suo avversario, strappandogli subito il servizio e rimettendo tutto in parità. Dopo un’assenza di palle break durata vari games, la svolta è avvenuta nel nono gioco, quando il tennista di Wiener Neustadt ha piazzato il break ed è andato a servire per il match, dove, dopo aver annullato due palle del controbreak, è riuscito a vincere il match al primo match point. A sorpresa fuori Ivo Karlovic, tds 19, sconfitto dal lucky loser nipponico Nishioka. Il croato ha ceduto in due set con il punteggio di 64 63, ma, soprattutto nel primo, può avere molto da recriminare infatti, il break decisivo, è stato messo a segno dal giapponese nel nono gioco, dopo ben 7 palle break non sfruttate dal gigante di Zagabria che ha così visto sfumare la possibilità di portare a casa il parziale. Nel secondo set, c’è stata una grande parità per sei giochi, poi Karlovic ha un po’ gettato la spugna ed ha perso ben due turni di servizio consecutivi lasciando libera la strada all’avversario.thiem-us-open-2016

ISNER DA PRONOSTICO, GOFFIN A FATICA- Con il suo marchio di fabbrica, John Isner ha conquistato l’accesso al terzo turno del Master 1000 di Indian Wells. L’americano ha avuto bisogno di due tie-break per superare il kazako Kukushkin, che ha fatto il possibile, ma non è riuscito ad evitare la sconfitta. L’incontro è stato super equilibrato, non a caso non c’è stata l’ombra di palle break; dunque, con i giocatori che hanno sempre tenuto i loro turni di servizio, entrambi i parziali sono stati decisi dal tie-break. Nel primo set, il tennista di Greensboro non ha lasciato scampo al suo avversario ed ha vinto 7 punti consecutivi, conquistando quindi il tie-break con Kukushkin rimasto a mani vuote. Il secondo tie-break, invece, è stato più combattuto ed entrambi i tennisti hanno perso più di una volta un mini-break; il punto decisivo è stato il tredicesimo, quando il kazako ha perso un punto al servizio piuttosto grave concedendo ad Isner un altro match point, poi rivelatosi decisivo. E’ stato un match ad altissimo livello anche quello che ha visto opposti David Goffin e Karen Khachanov, i quali hanno disputato una grande sfida, ma ad avere la meglio è stato il belga, che ha prevalso solo 63 al terzo. Nel primo parziale, c’è stato un andamento piuttosto inusuale poichè il tennista di Liegi ha vinto i primi 2 game, ma poi ha perso i successivi quattro; il russo sembrava dunque lanciato per la vittoria del set, però, nonostante qualche buona chance, non è riuscito a vincere più games ed ha dato a Goffin la possibilità di far suo il set con il punteggio di 64. Nel secondo parziale, è partito subito forte il belga, che ha avuto 4 palle break nel primo gioco, ma non è riuscito a convertirne neanche una; dopo questo game, non ci sono state più palle break nell’intero set, ad eccezione del quarto game, quando il giovane tennista di Mosca ha sfruttato l’unica chance che gli è capitata ed ha messo a segno il break, poi risultato decisivo ai fini del parziale, terminato 63. Si è quindi deciso tutto nel terzo parziale: qui, il primo break è stato messo a segno da Khachanov nel quinto game, combattutissimo e vinto dal russo solo alla quinta chance. Da una situazione di vantaggio sul 3-2, però, il tennista di Mosca non ha più conquistato alcun gioco ed ha permesso a David Goffin di strappargli per ben due volte il servizio e di portare a casa il match.

Atp Indian Wells- Secondo turno

(11) D Goffin d K Khachanov 64 36 63

F Fognini d (7) J Tsonga 76 (4) 36 64

(L) Y Nishioka d (19) I Karlovic 64 63

(20) J Isner d (L) M Kukushkin 76 (0) 76 (6)

(8) D Thiem d J Chardy 62 64

19 commenti

19 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Fabiana Conti - 5 mesi fa

    A Fabio, quando non esci fuori di capoccia fai questi match assurdi….daje

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Alessandra Bragion - 5 mesi fa

    Se non gli andasse in acqua il cervello potrebbe fare grandi cose , ha talento , tecnica e fisico !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Marco Mark - 5 mesi fa

    Ragazzi..ma davvero elogiare fognini ? Ma tsonga ..l’avere visto che non si muove…Non si sposta..Non è un condizione..quindi piano con gli elogi…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Carmine Ferrara - 5 mesi fa

    Quando non fa l’isterico, riesce a giocare come sa e può battere molti top 10. Il suo guaio sta purtroppo nel carattere iracondo che spesso gli prende il cervello.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Lina Lina - 5 mesi fa

    Un …Grandissimo….forza Fognini. …

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Paolo Valerioti - 5 mesi fa

    Purtroppo la cabeza tantissime volte ha mancanza di connessione con il braccio.Quando succede capisci quanto la sua carriera sia stata disturbata da questa mancanza di segnale!! Ma va bene lo stesso,prendere o lasciare ormai e’ cosi’ !!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Pierre Zucchi - 5 mesi fa

    Seh

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Eugenia Manescalchi - 5 mesi fa
    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Cristina Tubiana - 5 mesi fa

    Bravissimo Fabio! !!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Ranieri Orvieto - 5 mesi fa

    Per altri 3 anni i fognafans sono a posto. Si stava esaurendo l’hipe della storica vittoria contro il ghost murray di napoli…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Maria Casartelli - 5 mesi fa

    Fognini bravissimo
    Fai tesoro di questa vittoria e mantieni la testa a posto per il prossimo incontro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Paolo Illuminati - 5 mesi fa

    É stata una bellissima partita…molti vincenti…speriamo continui così !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Susanna Vecchio - 5 mesi fa

    E bravo Fognini!!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Flavio Castignani - 5 mesi fa

    Quando non fa il pirla e gioca a tennis…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Francesca De Palo - 5 mesi fa

    Quando ha voglia….talento puro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Rina Onnis - 5 mesi fa

      Più che altro direi….Quando ha voglia,entra in campo per giocare .

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Tanto al prox turno esce contro Trakosky

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Franco De Ambrogio - 5 mesi fa

    Non era la tds 8.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Pierluigi Bossini - 5 mesi fa

    L’assurdità e’ una prerogativa del nostro giocatore : genio e sregolatezza!!!( nel senso della discontinuità )

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy