Atp Madrid: Rafael Nadal batte Novak Djokovic dopo tre anni e torna in finale

Atp Madrid: Rafael Nadal batte Novak Djokovic dopo tre anni e torna in finale

Il campione maiorchino continua la striscia di vittorie consecutive sbaragliando il n. 2 del mondo per 6-2 6-4: settima finale per lui a Madrid.

1 Commento

Sulla terra rossa Rafael Nadal è rinato, vincendo i primi due trofei della stagione, a Montecarlo e Barcellona. Ora il tennista spagnolo è a un passo dal terzo titolo consecutivo nel Master 1000 di Madrid grazie a una vittoria incredibile, che rompe un incantesimo durato più di tre anni. È infatti da 1.069 giorni che Rafael Nadal non batteva Novak Djokovic. Proprio al loro 50esimo scontro diretto, Rafa infligge al serbo una vittoria durissima: un incredibile 6-2 6-4 che permette allo spagnolo di raggiungere la settima finale a Madrid (su 4 vittorie), che si giocherà contro Dominic Thiem, esecutore di Pablo Cuevas, e la sesta in stagione.

Una vittoria schiacciante che mostra non solo il prolungato periodo di crisi del tennista serbo, che quest’anno non ha ancora raggiunto una finale, ma soprattutto la rinascita del maiorchino, che negli ultimi sette confronti diretti aveva sempre perso in due set. Nadal si conferma l’uomo da battere in questa stagione: proprio grazie a questa vittoria ha superato Roger Federer conquistando la prima posizione nella Race Atp. Probabilmente in pochi avrebbero pensato che Nadal sarebbe tornato il cannibale di prima, dopo una serie di problemi fisici e una debolezza psicologica che ha mostrato spesso nell’affrontare i match decisivi, soprattutto contro la nemesi serba. Oggi, Rafa si è liberato di ogni paura e si è reso autore di un capolavoro esplosivo di tecnica e di tattica, suggellando una vittoria che ha il sapore della vendetta.

IL MATCH – Uno dei suoi colpi più belli Rafa lo mette a segno nel game della partita, un meraviglioso passante di dritto in corsa che sorprende un Novak Djokovic incerto, che commette due errori a rete e concede subito il break. Da quel momento è un soliloquio di Rafael Nadal, velocissimo, esplosivo e potente, che fra dritti vincenti, palle corte e incredibili passanti mette alle strette un Djokovic sin dall’inizio spento e poco carismatico. Rafa tiene la battuta con un ace e un servizio vincente e poi si porta avanti di due break fino al 4 a 0: Djokovic riesce con fatica a sbloccare il risultato, ma Nadal chiude con un nettissimo 6 a 2, forte del grande rendimento alla battuta. Nel secondo parziale Djokovic ha l’occasione di iniziare con un break di vantaggio, ma sul 30-40 affossa un facile dritto in rete. Scampato il pericolo Rafa vince il game e si porta sul 2 a 0 recuperando da 0-30. Il serbo reagisce però nel quarto game e riesce a riprendersi il break con un impeto di orgoglio, ma non riesce a ribaltare la situazione. Nadal infatti strappa di nuovo il break, questa volta decisivo, con un altro magnifico passante di dritto. Nadal, giunto alla sua 33esima vittoria nel 2017, si conferma il giocatore più vincente della stagione e domani potrà vincere il 72esimo titolo in carriera.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Carmine Ferrara - 1 mese fa

    Un titolo forse più corretto sarebbe stato: RAFA NADAL BATTE IL FANTASMA DI NOVACK DJOKOVIC. Ovviamente non è certo colpa sua se il serbo è apparso irriconoscibile, continuando una striscia negativa che ormai si protrae da troppo tempo. Rafa ( è una mia opinione ovviamente ) non è ancora al 100%, ma per battere questo Djokovic non serviva certo un Nadal al top.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy