Atp Marsiglia: Gilles Simon profeta in patria

Atp Marsiglia: Gilles Simon profeta in patria

E’ Gilles Simon ad uscire vincitore dalla sfida transalpina a Marsiglia e a conquistare il primo titolo ATP della stagione, in una sfida decisamente combattuta

Marsiglia. E’ il giorno della finale dell’ATP 250 di Marsiglia tra i due tennisti di casa, Gilles Simon, numero 17 del mondo, e Gael Monfils, numero 21. La sfida si preannuncia equilibrata, con il primo dei due che arriva in finale dopo aver sconfitto in rapida successione Borna Coric, Jeremy Chardy e Stakhovsky in semifinale, mentre Monfils è reduce dalle vittorie contro Zverev, Kuznetsov, il nostro Simone Bolelli e lo spagnolo Bautista Agut, senza aver mai lasciato per strada un singolo set.

Il primo parziale comincia con Simon al servizio, che tiene la battuta a 30, seguito da Monfils a 15, per chiudere i primi due turni di battuta in maniera rapida e senza rischi da parte dei due giocatori. I primi scossoni arrivano col terzo gioco, al servizio è Simon che va subito sotto 15-40, concedendo a Monfils una pericolosa palla break, subito sfruttata dall’estroso transalpino, che, tuttavia, non riesce a scappare e nel game successivo concede anche lui una palla break, sfruttata anch’essa dall’avversario, 2-2.
Il compito di Simon è quello di tenere la battuta per mettere sotto pressione Monfils, ma tale obiettivo sembra complicato. Infatti, nel quinto gioco Monfils si spinge subito 30-30, annulla una palla game a Simon e, per tre volte, ripete la stessa azione, senza mai riuscire però a procurarsi una palla break. Simon, alla terza parità, chiude il game e si porta 3-2 al cambio di campo.
La pressione adesso è tutta sulle spalle di Monfils, che sembra pagare quando concede due palle break, che tuttavia annulla per pareggiare il computo dei game e provare l’assalto al break nel settimo gioco, in cui il numero 21 del mondo si procura tre palle break non consecutive, annullate, anche grazie all’aiuto dell’avversario da Simon, che si porta a condurre 4-3.
Seguono due game rapidi e senza brividi, con Monfils che si porta, sotto 5-4, a servire per rimanere nel set. Simon sa che deve affondare il colpo e puntualmente ci riesce. Palla break conquistata e realizzata e primo set appannaggio del numero 17 del mondo.

Secondo set che, come il primo, comincia con Simon al servizio che tiene la battuta, ma, a differenza del primo parziale, stavolta non è Simon a conquistare e dominare il set, quanto Monfils, che dopo il primo game conquista una serie di sei giochi consecutivi, che gli fruttano il secondo parziale e la possibilità di giocarsi il match al terzo. Un set, il secondo, con veramente poca storia, frutto di un Simon poco concentrato e un Monfils straripante, che diventa dunque favorito d’obbligo per la vittoria finale.

Tuttavia, il terzo set parte con una sorpresa. Monfils al servizio, ma è Simon a conquistare il primo game, grazie ad una palla break arrivata al termine di un lungo game, in cui non ne aveva già sfruttata una.
Simon mantiene il break e Monfils non può che tenere il proprio servizio per cercare di rientrare nel match, 2-1.
Monfils però reagisce e si porta 2-2 sfruttando una delle tre palle break concesse da Simon e da questo momento la sfida tra i due avanzerà a colpi di battuta, con l’unico epilogo possibile che può essere il tie break.
Qui, Monfils conquista il primo punto sul proprio turno di battuta e si porta subito avanti anche di un minibreak, concedendo però poi a Simon di rientrare e superare, da 0-2 a 4-2. Monfils riesce a tenere uno dei due turni di battuta, ma Simon si porta rapidamente sul 6-3, guadagnandosi tre match point. Ne bastano due e Gilles Simon è campione. 

G. Simon b. G: Monfils 64 16 76(4)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy