ATP Master 1000 Miami: Kyrgios sempre più maturo, Raonic si sfila di dosso Sock

ATP Master 1000 Miami: Kyrgios sempre più maturo, Raonic si sfila di dosso Sock

Con ogni probabilità verremo smentiti a breve termine per questa ardita affermazione, ma la sessione serale Master 1000 di Miami ci ha consegnato un’inattesa consapevolezza: Nick Kyrgios sta maturando a vista d’occhio. Il numero 26 del mondo ha guadagnato l’accesso agli ottavi di finale grazie al successo contro lo statunitense Tim Smyczek. Bene Raonic, Kunzetsov e Monfils.

Con ogni probabilità verremo smentiti a breve termine per questa ardita affermazione, ma la sessione serale Master 1000 di Miami ci ha consegnato un’inattesa consapevolezza: Nick Kyrgios sta maturando a vista d’occhio. Il tamarrissimo australiano, dopo aver farcito il proprio 2015 con risse da cortile, provocazioni degradanti ed impalpabilità agonistica, sembra aver trovato un equilibrio apparente che gli permette di sfruttare il rimarchevole potenziale. Il numero 26 del mondo ha guadagnato l’accesso agli ottavi di finale grazie al successo contro lo statunitense Tim Smyczek, vittoria doppiamente significativa alla luce delle due sconfitte racimolate da Kyrgios in entrambi i precedenti con l’americano. L’incontro si è sviluppato in maniera speculare in entrambi i set, con un cordiale scambio di break in apertura dei due parziali, con Kyrgios che si produceva nell’allungo decisivo nel settimo gioco. Ora per l’australiano si presenta una macroscopica opportunità di raggiungere per la prima volta i quarti in un 1000, visto che a contendergli il passaggio del turno sarà Andrey Kuznetsov. Il russo, dopo aver castigato un Wawrinka in versione dopolavorista, si è aggiudicato la sfida con Adrien Mannarino con una perentoria rimonta, sigillata dal 6-0 finale.

Raonic Indian Wells

Successo di rilievo per Milos Raonic, contrapposto a Jack Sock. Il canadese, nonostante la favorevole tradizione con l’americano (6-1 nei precedenti), ha dimostrato in più di un’occasione di patire la possanza dei colpi del ragazzone del Nebraska. Il primo parziale si risolve prevedibilmente al tie break, con Raonic che si porta subitaneamente sul 5-0, prima di chiudere con il punteggio di 7-3. Il secondo set vede il break in apertura del numero 7 del mondo, vantaggio conservato fino al termine del match. Ora per Milos si prospetta un ottavo di risibile difficoltà, contro il bosniaco Dzumhur, uscito vincitore dal derby della vergogna contro Kukushkin.

Questi i risultati:

ATP MASTER 1000 MIAMI

[26] G. Dimitrov b. [2] A. Murray 6-7(1) 6-4 6-3

[16] G. Monfils b. [23] P. Cuevas 6-3 6-4

[12] M. Raonic b. [22] J. Sock 7-6(3) 6-4

[6] K. Nishikori b. [27] A. Dolgopolov 6-2 6-2

[17] R. Bautista Agut b. [9] J.W. Tsonga 2-6 6-3 7-6(3)

[24] N. Kyrgios b. [Q] T. Smyczek 6-4 6-4

D. Dzumhur b. [Q] M. Kukushkin 4-6 6-1 6-2

A. Kuznetsov b. A. Mannarino 2-6 7-5 6-0

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy