ATP Master 1000 Miami: Monfils completa la metamorfosi, Nishikori sminuzza Bautista, bene Raonic e Kyrgios

ATP Master 1000 Miami: Monfils completa la metamorfosi, Nishikori sminuzza Bautista, bene Raonic e Kyrgios

Dopo i fuochi d’artificio offerti da Djokovic e Thiem, il pubblico di Miami ha potuto assistere ad un’altra dimostrazione di pirotecnia tennistica, stavolta proposta da Gael Monfils e Grigor Dimitrov. Nishikori, dopo aver annientato Dolgopolov nel turno precedente, riserva lo stesso trattamento a Bautista-Agut. Passeggiate di salute per Raonic e Kyrgios.

Dopo i fuochi d’artificio offerti da Djokovic e Thiem, il pubblico di Miami ha potuto assistere ad un’altra dimostrazione di pirotecnia tennistica, stavolta proposta da Gael Monfils e Grigor Dimitrov. Il match che ha visto contrapporsi due dei tennisti con la più alta percentuale di aspettative disattese, in realtà ha generato una sfida che non ha affatto deluso anche i palati più esigenti. Nel primo parziale i due alternano spettacolari fasi di gioco ad eclissi tecniche in cui l’uno sembra contribuire all’involuzione dell’altro. Monfils e Dimitrov si strappano reciprocamente il servizio per due volte a testa, con il bulgaro che riesce a controbreakkare il francese quando questi ha l’opportunità di servire per il set sul 5-4. Giunti al tie break, i due si producono nell’ennesimo avvicendamento di risultato: Monfils dapprima si porta sul 4-2, concedendo poi un parziale di 5 punti a Dimitrov, grazie al quale il bulgaro si intasca il primo parziale. Nel secondo set l’ex toy boy di Maria Sharapova paga l’inevitabile tributo per lo sforzo appena profuso. Grigor cede il servizio per ben due volte, mentre Monfils non concede alcuna palla break all’avversario, con il francese che si aggiudica il parziale per 6-3. Il terzo set sembra ricalcare le promettenti orme del primo, con uno scambio di break iniziale a cui fa seguito un segmento di gioco contraddistinto da un sottile equilibrio. In questa fase i due sciorinano il meglio dei rispettivi repertori, esibendo colpi ad alto tasso di spettacolarità. Tra il settimo e l’ottavo gioco, però, questo fragile equilibrio è destinato a spezzarsi: in prima battuta è Monfils a scongiurare la resa, annullando una palla break di capitale importanza sul 3-3, impresa che non riescirà al bulgaro nel game successivo. Monfils sul 5-3 tiene il servizio a o, garantendosi l’ennesimo quarto di finale di questo suo 2016, dove ad attenderlo ci sarà Kei Nishikori.

Nishikori

Il nipponico, dopo aver annientato Dolgopolov nel turno precedente, riserva lo stesso trattamento a Bautista-Agut. Il numero 6 del mondo domina il match dal principio alla fine, complice uno spagnolo visibilmente logoro dopo le quasi tre ore impiegate per mandare al tappeto Tsonga. Raonic e Kyrgios completano il quadro dei quarti di finale, dopo gli agevoli successi ottenuti ai danni di Dzumhur e Kuznetsov.

Questi i risultati:

ATP MASTER 1000 MIAMI

[7] T. Berdych b. [10] R. Gasquet 6-4 3-6 7-5

[1] N. Djokovic b. [14] D. Thiem 6-3 6-4

[16] G.Monfils b. [26] G.Dimitrov 6-7(5) 6-3 6-3

[6] K. Nishikori b. [17] R. Bautista Agut 6-2 6-4

[15] D. Goffin b. [LL] H. Zeballos 7-5 6-3

[18] G. Simon b. L. Pouille 6-0 6-1

[24] N. Kyrgios b. A. Kuznetsov 7-6(3) 6-3

[12] M. Raonic b. D. Dzumhur 6-0 6-3

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy