Atp Miami alle porte, cosa propone il menu?

Atp Miami alle porte, cosa propone il menu?

Sorteggiato il tabellone del secondo Master 1000 dell’anno, vediamo quali potrebbero essere gli incroci e le sfide tra i principali protagonisti del torneo

Neanche il tempo di riprendersi da Indian Wells che il circo del tennis torna sotto le luci dei riflettori: da giovedì pomeriggio parte l’Atp Master 1000 di Miami e il tabellone propone possibili incroci interessanti già nei primi turni.

FEDERER UNICO RE DI MIAMI – Le assenze pesanti di Andy Murray e Novak Djokovic fanno dello svizzero l’unico giocatore ad aver vinto il master americano tra gli iscritti a quest’edizione (W nel 2005 e nel 2006). Roger, dopo il bye del primo turno, esordirà contro uno tra il russo Kravchuk e un qualificato. Al terzo turno potrebbe già trovare un avversario di alto spessore in Juan Martin Del Potro. Sarebbe la 21esima sfida tra i due (Federer avanti 15-5) e la prima dalle Finals del 2013. Poi, sulla strada verso il terzo titolo in Florida, lo svizzero potrebbe trovare Thiem (con cui è sotto 1-2 nei precedenti) ai quarti e Wawrinka in semifinale.

WAWRINKA NUMERO 1 – Stan affronta il secondo Master stagionale da prima testa di serie: è la prima volta che gli capita in carriera. Lo svizzero avrà al primo turno uno tra Elias e Zeballos. Sulla carta il primo ostacolo di rilievo arriverà agli ottavi, quando potrebbe incrociare la racchetta con Alexander Zverev, con cui ha perso nell’unico precedente dello scorso anno. Poi ai quarti uno tra Kyrgios e Goffin, entrambi semifinalisti a Miami lo scorso anno e quindi in difesa di tanti punti. E in semifinale, come detto, il derby rivincita con Federer. Lo scorso anno Stan uscì all’esordio col russo Kuznetsov. Con Djokovic che perderà i 1000 punti conquistati nel 2016 l’occasione per avvicinare il secondo posto nel ranking è più che ghiotta.

NADAL A CACCIA DELLA PRIMA – Nella parte bassa il maiorchino esordirà con uno tra Dudi Sela e un qualificato. Rafa non ha mai vinto il Master di Miami, dove però è arrivato 4 volte in finale (l’ultima nel 2014). Agli ottavi potrebbe trovare Dimitrov (battuto al quinto quest’anno agli Australian Open), ai quarti il rientrante Milos Raonic (1-1 i precedenti nel 2017) e in semifinale il numero 2 del tabellone  e finalista 2016 Kei Nishikori. Sul suo cammino il giapponese potrebbe Carreno Busta, fresco semifinalista di Indian Wells, agli ottavi e Marin Cilic ai quarti. Dopo il ritiro all’esordio con Dzumhur dello scorso anno, Rafa va a caccia di punti pesanti.

CAPITOLO ITALIANI – Parte alta: Paolo Lorenzi è già al secondo turno, dove sfiderà uno tra il francese Mannarino e un qualificato. Dovesse vincere, il senese troverebbe con buone probabilità Dominic Thiem. Andreas Seppi, lo scorso anno eliminato al secondo turno da Dolgopolov, se la vedrà con un qualificato. Fabio Fognini, inserito nella porzione di tabellone di Cilic (parte bassa) sfiderà l’americano Ryan Harrison, numero 47 del mondo.

 

3 commenti

3 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Vinicio Rosano - 5 mesi fa

    Quando iniZia?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Tennis Circus - 5 mesi fa

      domani dalle 16 italiane circa

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Eugenia Favaloro - 5 mesi fa

    Immagino come sempre su Sky

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy