Atp Miami: Cilic avanti in due set tiratissimi, eliminato Paire

Atp Miami: Cilic avanti in due set tiratissimi, eliminato Paire

A Key Biscayne proseguono anche Chung e Sousa.

di Jacopo Crivellari, @JacoCrivellari

Marin Cilic sa di avere un’occasione che non può sprecare. Nel Masters 1000 di Miami, dopo l’eliminazione di Roger Federer, il croato è la testa di serie più alta rimasta nel torneo. E anche oggi ha fatto il suo contro Pospisil. Il canadese, in realtà, ha retto perfettamente per tutto il corso dei due parziali giocati, ma ha poi vacillato nei momenti clou. Soprattutto nel primo set, sotto 5-6, Vasek ha subìto il primo break della partita dopo che già era riuscito ad annullare un paio di occasioni a Cilic per andare sopra di due lunghezze. Nel secondo set, poi, il nativo di Vernon non si è di certo arreso, ma ha retto benissimo il colpo ottenendo una palla-break nel primo gioco; nulla di fatto, ma è stato un chiaro segnale al gigante croato: il canadese non si sarebbe arreso tanto facilmente, anzi. Sul 6-5, nel secondo parziale, Cilic ha sprecato tre match point anche perchè in quel caso, Pospisil, non ha tremato. A dirla tutta, sul 40-40 di quel gioco ha vinto un punto clamoroso: dopo una serie di colpi difensivi, Pospisil ha trovato un passante incrociato di rovescio che ha mandato in estasi il pubblico. La partita si è poi chiusa al tie-break: Marin, nonostante quel punto perso che avrebbe potuto farlo demoralizzare, ha giocato solidamente ed ha vinto grazie ad un mini-break che lo ha portato 4-1, instradando il gioco decisivo nel modo giusto. Ora il croato aspetta il vincente della sfida tra Isner e Youzhny. 

Male, invece, Benoit Paire, che dopo aver vinto contro Novak Djokovic ha perso contro Filip Krajinovic. Il francese in realtà non è mai stato un mostro di continuità, ma oggi ha giocato un match in cui è stato in difficoltà praticamente dal game d’apertura. Comunque, è stato proprio lui a breakkare per la prima volta, con Filip che dall’altra parte della rete non si è affatto scomposto. Krajinovic è stato bravo a metter in difficoltà il francese con i propri rovesci ed a strappare per ben tre volte il servizio a Benoit, chiudendo il set 6-3. Stesso risultato anche nel parziale successivo, in cui l’ex compagno di doppio di Nole è passato in vantaggio tre a zero in meno di dieci minuti, senza poi dare a Paire la possibilità di recuperare. Il serbo ha quindi di fatto vendicato il suo amico Nole, anche se crediamo che per Djoker sarà solo una magra consolazione.

Vincono anche Sousa e Chung, che hanno rispettivamente eliminato Donaldson e Mmoh. A faticare di più è stato senz’altro il portoghese, che si è rimesso in pista dal secondo set in poi dopo un primo in cui aveva mostrato evidentissimi segni di nervosismo.

Atp Miami, terzo turno:

H. Chung b. M. Mmoh 6-1 6-1

J. Sousa b. J. Donaldson 1-6 6-3 6-4

[2] M. Cilic b. V. Pospisil 7-5 7-6(4)

F. Krajinovic b. B. Paire 6-3 6-3

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy