ATP, Miami Open: Seppi elimina Albot

ATP, Miami Open: Seppi elimina Albot

Il numero 80 del ranking ha battuto con un doppio 6-4 il qualificato moldavo. Al turno successivo anche Tommy Robredo e Adrian Mannarino

di Giuseppe China, @Ciussy88

Quest’oggi sono state giocate le partite della parte alta del tabellone. L’italiano ha messo in mostra un buon tennis. Nella seconda partita giocherà con Gilles Muller.

ALBOT VS SEPPI – Partenza bruciante per il nostro connazionale che nel game di apertura della sfida strappa il servizio al rivale. Il numero 86 del mondo accusa il colpo, perché non riesce a mettere in difficoltà Seppi. Dal canto suo l’italiano non esce mentalmente dal campo, non concede palle break, e pertanto, può portare a casa agilmente il primo parziale. Il secondo set è il set di chi riceve: tra i terzo e il sesto gioco i contendenti si scambiano il servizio per due volte a testa. Poi, come spesso capita, è il settimo a decidere l’incontro. Seppi alla seconda occasione fa il break decisivo, quello che gli permette di vincere praticamente la partita.

BASILASHVILI VS ROBREDO – Per lo spagnolo che gioca con il ranking protetto la partita è iniziata nel peggiore dei modi. Ha concesso il break nel suo primo turno di servizio. In questa fase il georgiano ha continuato a spingere e ha capitalizzato tutte le occasioni in suo favore. Dopo pochi minuti di gioco si è ritrovato sul 4-0. A questo punto per il numero 59 del mondo è stato un gioco da ragazzi firmare il 6-3 che ha archiviato il primo parziale. Il match è decollato nel lunghissimo e provante secondo set. Nel quarto gioco il 25enne Tbilisi ha ceduto la battuta. Poi nel settimo Robredo gli ha ricambiato la cortesia. La svolta è giunta nel decimo, quando alla terza occasione l’iberico ha realizzato il punto del 6-4. Nell’ultima frazione Robredo ha dato il meglio di sé: nel quarto gioco ha strappato il servizio al rivale, invece, nel sesto ha annullato tre occasioni per il controbreak. Poco dopo, alla prima chance ha firmato 6-2 finale.

MANNARINO VS BECKER – Le fasi iniziali del match sono state interlocutorie. Nei primi tre giochi sono stati totalizzati soltanto due punti in ricezione. Le cose sono cambiate nel quarto game: ai vantaggi il francese ha trasformato la seconda palla break, siglando il 3-1 e servizio. Da questo momento in poi il numero 65 del ranking non ha rischiato più nulla, così ha potuto chiudere (6-3) al secondo set point a sua disposizione. Nel secondo parziale ha regnato l’equilibrio: solamente in due game sono serviti i vantaggi e zero palle break. Si è giunti così ad un emozionante tiebreak. Dove il 35enne tedesco, ha sprecato due set point sul 6-4 in suo favore. Sul 6 pari e servizio Becker, Mannarino ha piazzato la zampata che gli è valsa il match point.

GLI ALTRI INCONTRI – Partita senza storia quella tra Yen-Hsun Lu e il giovane talento norvegese Casper Ruud. L’esperto asiatico si è imposto 6-2, 6-1. Sono serviti tre set al croato Borna Coric per piegare la resistenza di Granollers (7-6, 4-6, 6-3). Stesso discorso per Damir Dzumhur, il quale ha avuto la meglio con il giovane Hyeon Chung (3-6, 6-1, 7-6).

RISULTATI FINALI, ATP MIAMI OPEN

A. Mannarino d. [Q] B. Becker 6-4, 7-6 (6)

Y. Lu d. [WC] C. Ruud 6-2, 6-1

[PR] T. Robredo d. N. Basilashvili 3-6, 6-4, 6-2

A. Seppi d. [Q] R. Albot 6-4, 6-4

D. Dzumhur d. H. Chung 3-6, 6-1, 7-6

B. Coric d. M. Granollers-Pujol 7-6, 4-6, 6-3

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy