ATP, Miami Open: Seppi elimina Albot

ATP, Miami Open: Seppi elimina Albot

Il numero 80 del ranking ha battuto con un doppio 6-4 il qualificato moldavo. Al turno successivo anche Tommy Robredo e Adrian Mannarino

Quest’oggi sono state giocate le partite della parte alta del tabellone. L’italiano ha messo in mostra un buon tennis. Nella seconda partita giocherà con Gilles Muller.

ALBOT VS SEPPI – Partenza bruciante per il nostro connazionale che nel game di apertura della sfida strappa il servizio al rivale. Il numero 86 del mondo accusa il colpo, perché non riesce a mettere in difficoltà Seppi. Dal canto suo l’italiano non esce mentalmente dal campo, non concede palle break, e pertanto, può portare a casa agilmente il primo parziale. Il secondo set è il set di chi riceve: tra i terzo e il sesto gioco i contendenti si scambiano il servizio per due volte a testa. Poi, come spesso capita, è il settimo a decidere l’incontro. Seppi alla seconda occasione fa il break decisivo, quello che gli permette di vincere praticamente la partita.

BASILASHVILI VS ROBREDO – Per lo spagnolo che gioca con il ranking protetto la partita è iniziata nel peggiore dei modi. Ha concesso il break nel suo primo turno di servizio. In questa fase il georgiano ha continuato a spingere e ha capitalizzato tutte le occasioni in suo favore. Dopo pochi minuti di gioco si è ritrovato sul 4-0. A questo punto per il numero 59 del mondo è stato un gioco da ragazzi firmare il 6-3 che ha archiviato il primo parziale. Il match è decollato nel lunghissimo e provante secondo set. Nel quarto gioco il 25enne Tbilisi ha ceduto la battuta. Poi nel settimo Robredo gli ha ricambiato la cortesia. La svolta è giunta nel decimo, quando alla terza occasione l’iberico ha realizzato il punto del 6-4. Nell’ultima frazione Robredo ha dato il meglio di sé: nel quarto gioco ha strappato il servizio al rivale, invece, nel sesto ha annullato tre occasioni per il controbreak. Poco dopo, alla prima chance ha firmato 6-2 finale.

MANNARINO VS BECKER – Le fasi iniziali del match sono state interlocutorie. Nei primi tre giochi sono stati totalizzati soltanto due punti in ricezione. Le cose sono cambiate nel quarto game: ai vantaggi il francese ha trasformato la seconda palla break, siglando il 3-1 e servizio. Da questo momento in poi il numero 65 del ranking non ha rischiato più nulla, così ha potuto chiudere (6-3) al secondo set point a sua disposizione. Nel secondo parziale ha regnato l’equilibrio: solamente in due game sono serviti i vantaggi e zero palle break. Si è giunti così ad un emozionante tiebreak. Dove il 35enne tedesco, ha sprecato due set point sul 6-4 in suo favore. Sul 6 pari e servizio Becker, Mannarino ha piazzato la zampata che gli è valsa il match point.

GLI ALTRI INCONTRI – Partita senza storia quella tra Yen-Hsun Lu e il giovane talento norvegese Casper Ruud. L’esperto asiatico si è imposto 6-2, 6-1. Sono serviti tre set al croato Borna Coric per piegare la resistenza di Granollers (7-6, 4-6, 6-3). Stesso discorso per Damir Dzumhur, il quale ha avuto la meglio con il giovane Hyeon Chung (3-6, 6-1, 7-6).

RISULTATI FINALI, ATP MIAMI OPEN

A. Mannarino d. [Q] B. Becker 6-4, 7-6 (6)

Y. Lu d. [WC] C. Ruud 6-2, 6-1

[PR] T. Robredo d. N. Basilashvili 3-6, 6-4, 6-2

A. Seppi d. [Q] R. Albot 6-4, 6-4

D. Dzumhur d. H. Chung 3-6, 6-1, 7-6

B. Coric d. M. Granollers-Pujol 7-6, 4-6, 6-3

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy