ATP Monaco: Fabio Fognini cede a Philipp Kohlschreiber, Dominic Thiem supera Zverev

ATP Monaco: Fabio Fognini cede a Philipp Kohlschreiber, Dominic Thiem supera Zverev

Fabio Fognini si arrende a Phlipp Kohlschreiber nella semifinale dell’ATP di Monaco con il punteggio di 6-1 6-4, dopo avere palesato una condizione ancora non al top. In finale il tedesco incontrerà Dominic a Thiem, che l’ha spuntata nella sfida dei giovani talenti contro Alexander Zverev.

Termina in semifinale l’avventura di Fabio Fognini all’ATP di Monaco. Il ligure, dopo un torneo caratterizzato da alti e bassi, si è dovuto fermare al cospetto di Philipp Kohlschreiber, che al contrario continua a dimostrare il suo feeling con il torneo tedesco, dove ha raggiunto cinque finali, inclusa quella di quest’anno. Il ligure è apparso ancora non al meglio, e probabilmente l’infortunio che lo ha costretto a stare fuori dalle competizioni ha influito negativamente sulla sua prestazione; non mancano però neanche i segnali di ripresa, in particolare nel secondo parziale in cui Fabio è fiuscito a fare partita pari.

L’inizio di Kohlschreiber è impeccabile: il tedesco gioca alla grande e rapidamente, aiutato anche dai tanti errori del suo avversario, si issa sul 3-0. L’azzurro è in grande difficoltà, e risulta poco efficace sia al servizio che in risposta. “Kohli” dunque non ha alcuna difficoltà a chiudere in proprio favore il primo parziale, con il netto punteggio di 6-1.

Piu combattuta e divertente, invece, la seconda frazione. Dopo l’intervento del fisioterapista infatti Fognini riesce a restare maggiormente attaccato al punteggio. Il primo a trovarsi in pericolo è ancora l’italiano che, nel terzo game, è costretto a fronteggiare tre pericolose palle break, che vengono però prontamente annullate. Ora Fognini tiene meglio il campo e, dopo scambi combattuti, riesce finalmente a mettere in difficoltà il rivale in risposta: nel sesto gioco infatti Fabio si procura tre chance  per strappare il servizio. Anche Kohlschreiber però dimostra carattere salvandosi e, scampato il pericolo, scardina a sua volta la battuta del ligure, che deve recriminare probabilmente un paio di errori gratuti decisivi. L’esito dell’incontro arriva poco dopo, con il tedesco che difende il proprio vantaggio e archivia la pratica con il punteggio di 6-4.

image

Nell’atto finale l’avversario di Kohlschreiber sarà Dominic Thiem, vittorioso contro Alexander Zverev in tre set. Nella sfida del futuro, l’austriaco, forte di sei titoli a livello ATP di cui due conquistati in questa stagione, ha prevalso contro il più giovane- ma altrettanto promettente- rivale, grazie anche all’esperienza. Zverev infatti ha dato del filo da torcere a Thiem, tenendogli testa per un set e mezzo e sprecando, forse, qualche occasione di troppo. La sfida in ogni caso è stata avvincente e entrambi hanno dimostrato, ancora una volta, le loro potenzialità.

In apertura il primo a trovare lo spunto vincente è il tedesco che, supportato dal pubblico di casa, conquista una break già nel terzo game. Thiem prova a rimettere le cose a posto riprendendosi lo svantaggio, ma l’equilibrio dura poco: immediatamente infatti Zverev allunga nuovamente, staccando poi il suo avversario. L’austriaco difende i propri turni di servizio ma non riesce più a scardinare quello del suo avversario, ed è costretto ad arrendersi poco dopo con il punteggio di 6-4.

image

I primi giochi della seconda frazione risultaneranno decisivi. Zverev spreca quakche occasione di tropo, penalizzato forse anche dalla mio re esperienza, e alla fine Thiem riesce a trovare la chiave per far girare l’incontro, issandosi rapidamente in vantaggio e domando le resistenze  del tedesco con i suoi colpi potenti. Stesso copione anche nel set decisivo. Dopo un break in apertura dell’austriaco, non basta a Zverev una reazione d’orgoglio e, alla fine, il suo nervosismo e l’alto livello di Thiem lo costringono a cadere con il punteggio di 6-3. Questa è una vittoria molto importante per il giovane austriaco, che vola verso la finale numero 6 e avanza in classifica al numero 14, ad un passo dalla top 10 e dalla vetta del tennis.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Massimo Miranda - 2 anni fa

    Fasciato ai polsi ai polpacci e alla pancia. Santo cielo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy