ATP Nottingham: la prima volta di Steve Johnson, esce sconfitto Pablo Cuevas

ATP Nottingham: la prima volta di Steve Johnson, esce sconfitto Pablo Cuevas

È Steve Johnson ad aggiudicarsi l’ATP di Nottingham. Lo statunitense ha sconfitto Pablo Cuevas con il punteggio di 7-6(5) 7-5, conquistando così il suo primo titolo in carriera.

Si conclude con il trionfo di Steve Johnson l’ATP 250 di Nottingham, ultimo torneo della stagione in preparazione a Wimbledon. Lo statunitense ha coronato un’ottima settimana con il successo nell’atto decisivo ai danni di Pablo Cuevas, che, al contrario, aveva faticato di più durante il torneo. L’incontro, nonostante si sia concluso in due set, è stato piuttosto combattuto, e deciso da pochi punti. Fondamentale per Johnson la resa al servizio, che gli ha garantito di gestire al meglio i propri turni di battuta e di impedire al rivale di mettere la testa avanti, per poi dare la zampata decisiva nel momento importante. E’ apparso invece sottotono l’uruguaiano, più falloso del solito.

IL DOMINIO DEI SERVIZI- Nel primo parziale regnano i servizi: entrambi i giocatori, infatti, non riescono mai ad issarsi a palla break. E’ evidente, tuttavia, come tra i due quello più in difficoltà sia Cuevas. Il numero 25 del mondo, infatti, è più volte costretto a rimontare all’interno del game da 15-30, oppure a dover risolvere il turno di battuta ai vantaggi. Johnson, al contrario, è implacabile, e con un’alta percentuale di prime, che gli permette di incidere anche da fondo campo, non si trova mai in difficoltà. Nonostante qualche problema, comunque, Cuevas trova sempre il modo di salvarsi, e la logica conclusione è il tie-break.

A questo punto, un po’ a sorpresa il primo a trovare un allungo è proprio l’uruguaiano, che con un’eccellente risposta si porta sul 3-1. L’americano però non subisce il colpo e inanella un’importante serie di quattro punti consecutivi, aiutato anche da qualche errore dell’avversario, fino al 5-3. Giusto il tempo per un ultimo tentativo di rimonta di Cuevas, che ottiene il contro- mini break, ma alla fine ad avere la meglio è Johnson, che chiude per 7-5 con un servizio vincente.

Johnson

CUEVAS CALA, JOHNSON TRIONFA- Persa la prima frazione, improvvisamente Pablo Cuevas accusa un calo, sia a livello mentale che, di conseguenza, a livello di gioco. L’uruguaiano sembra non avere le energie per reagire, e in maniera un po’ passiva si fa travolgere dall’avversario, che piazza il break nel terzo game e vola sul 2-1. Johnson continua a martellare al sevizio, e in poco tempo il tabellone del punteggio recita il 4-2 in suo favore. Cuevas si ritrova ad un passo dal baratro, costretto a fronteggiare una palla break dal sapore di match point, ma in qualche modo si tira fuori dai guai e resta in scia.

Come il tennis ci ha sempre insegnato, quando meno ce lo si aspetta può arrivare la sorpresa, il capovolgimento. A soli due game dal successo, infatti, lo statunitense trema per la prima volta in battuta; il numero 25 del ranking in travede l’opportunità, e ottiene il contro break, per poi tenere agevolmente la battuta. Tutto ciò è, però, solo una parentesi nel dominio di Johnson, che da questo momento mette a segno tre game di fila e conquista il titolo.

Questo è il primo trionfo della carriera per l’americano, e potrebbe rappresentare un’importante iniezione di fiducia in vista di Wimbledon.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Fabio Fabbri - 9 mesi fa

    Pensavo Boris…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy