Atp Parigi Bercy: Joao Sousa mette fine al 2018 di Cecchinato

Atp Parigi Bercy: Joao Sousa mette fine al 2018 di Cecchinato

Sconfitta in due set per Marco Cecchinato, che si arrende in due set al portoghese Sousa e viene eliminato al primo turno del Master 1000 di Parigi Bercy, terminando così il suo 2018 da favola.

di Antonio Sepe

C(H)ECK OUT 2018- Con questo gioco di parole, Marco Cecchinato viene sconfitto al primo turno del torneo di Parigi Bercy e mette fine alla sua stagione da urlo, senza dubbio la migliore in carriera. Proprio come si fa al termine del soggiorno in un albergo, è giunto il tempo del check out per questo 2018 per il tennista palermitano, capace di vincere due titoli e rendersi protagonista di una clamorosa cavalcata al Roland Garros. Bilancio dunque più che positivo, ma la testa è già all’anno prossimo, dove il tennista azzurro potrà guadagnare parecchi punti nella tournée australiana e, fino a maggio, dovrà sfruttare tutte le occasioni possibili per incrementare i punti nel ranking. Purtroppo, quest’oggi Parigi non ha sorriso ancora a Marco, che dopo l’exploit già citato prima non è riuscito a ripetersi nuovamente nella città parigina, per ovvie ragioni dovute alla superficie, ecc. ma è uscito di scena al primo turno. 

Nella giornata odierna, a dir la verità, Cecchinato è apparso un po’ svogliato e, soprattuto, dopo aver mancato un paio di chances per indirizzare il match dalla sua parte, non è stato capace di reagire ed ha ceduto dopo un’ora e diciannove minuti di gioco. A staccare il pass per il secondo turno, dove ci sarà Djokovic, è dunque il qualificato Joao Sousa, il quale aveva già sconfitto il palermitano nell’unico precedente, disputato nel lontano 2013 in quel di Todi.

Quest’oggi, il nativo di Guimaraes è stato bravo a limitare gli errori ed a beneficiare della discontinuità del suo avversario e, grazie al cospicuo aiuto ricevuto dal servizio che gli ha fruttato 5 aces e l’85% di punti vinti con la prima, è riuscito ad imporsi.

Marco Cecchinato, semifinalista al Roland Garros 2018
Marco Cecchinato, semifinalista al Roland Garros 2018

PRIMO SET- Nel primo set, dopo due palle break innocue sparse nei primi otto games, la prima vera opportunità è capitata sulla racchetta di Sousa, che ha mancato due palle break ed ha ceduto al tennista azzurro un game fiume; Cecchinato ha provato a sfruttare il momento e, nel gioco seguente, si è conquistato un set point. Da questo momento, però, tutto è cambiato ed è girato in favore di Sousa, che ha chiuso 7-5 la prima frazione di gioco e si è portato avanti nel punteggio.

SECONDO SET- Nel secondo parziale, invece, dopo il lunghissimo gioco d’apertura, durato la bellezza di diciotto punti, ma dove il portoghese ha avuto a disposizione una sola palla break, la situazione si è stabilizzata ed i servizi hanno seguito l’ordine senza particolari intoppi, dando vita ad un equilibrio destinato a durare. Un passaggio a vuoto da parte del tennista palermitano, però, ha permesso a Sousa di prendere il largo nel finale e, dal 3-2 Cecchinato, sono arrivati quattro gioco consecutivi ed un parziale di 16 punti a 5 per il numero 48 del ranking. 6-3, dunque, il punteggio del secondo set che chiude questo match di primo turno e consegna a Sousa la sfida con Djokovic, il quale lo ha sempre battuto senza, tra l’altro, mai concedergli neanche un set.

Joao Sousa
Joao Sousa

ALTRI MATCH- Nei restanti incontri, vittorie per Khachanov e Basilashvili, entrambi in odor di best ranking, e capaci di approdare al secondo turno senza particolari patemi. Appena un set è bastato al georgiano, che ha beneficiato del ritiro di Millman ed è avanzato senza faticare particolarmente. Vittoria in rimonta, invece, per il russo Khachanov, che nel primo set ha dovuto annullare un set point al finalista uscente, Filip Krajinovic, ma poi è riuscito a chiudere in due set. Bene Mannarino, che vince il derby con il connazionale Humbert, mentre Bautista Agut fornisce la classica solida prova e sconfigge Steve Johnson. Out i due qualificati Gojowczyk e Haase, rispettivamente estromessi da Dzumhur e Kohlschreiber. Infine, in quello che al momento è stato il match di giornata, l’immortale Feliciano Lopez supera in tre set il giovanissimo de Minaur, annullando due match point nel tie-break del terzo set ed uscendo vincitore da una battaglia di due ore e 57 minuti.

[Q] J. Sousa b. M. Cecchinato 7-5 6-3

[Q] F. Lopez b. A. de Minaur 6-7 [4] 6-4 7-6 [6]

K. Khachanov b. F. Krajinovic 7-5 6-2

N. Basilashvili b. J. Millman 6-4 ritiro

A. Mannarino b. [WC] U. Humbert 6-4 6-2

P. Kohlschreiber b. [Q] R. Haase 6-7 [4] 6-4 6-2

R. Bautista Agut b. S. Johnson 6-4 7-6 [2]

D. Dzumhur b. [Q] P. Gojowczyk 6-4 7-6 [5]

5 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Anna Galbani - 4 mesi fa

    Speriamo che in seguito ci faccia rivivere le emozioni del Roland Garros!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Angela Serusi - 4 mesi fa

    E menomale che il 2018 è finito, altrimenti sai che favola

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Fulvio Maranta - 4 mesi fa

    Sul cemento è indegno

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Cristina Failla - 4 mesi fa

    Non ne vince più una !!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Carla Sottocorno - 4 mesi fa

    Peccato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy