Atp Parigi Bercy: Khachanov e Thiem sono i primi semifinalisti

Atp Parigi Bercy: Khachanov e Thiem sono i primi semifinalisti

Il 22enne moscovita si è guadagnato, per la prima volta in carriera, l’accesso alle semifinali di un torneo Masters 1000. Nella sfida contro Alexander Zverev, si è imposto nettamente con il punteggio di 6-1 6-2. Mentre Dominic Thiem ha avuto ragione al terzo set di Jack Sock.

di Federico Gasparella

Il resoconto della prima sessione di gare:

K.Kachanov b. [4]A.Zverev 6-1 6-2

In occasione del primo quarto di finale della giornata, Karen Khachanov, contro i favori del pronostico, si è affermato nettamente su Alexander Zverev, con il punteggio di 6-1 6-2. La prima frazione ha visto il tennista di Amburgo esprimersi in maniera eccessivamente contratta, risultando incapace di compiere delle azioni offensive con la necessaria incisività. Il suo avversario, di contro, è subito entrato in partita ed ha potuto approfittare anche della scarsa vena del tedesco, prendendo facilmente il sopravvento negli scambi e dilagando nel punteggio. Zverev è riuscito a guadagnarsi soltanto un contro break al secondo gioco, dopo aver ceduto la battuta nel game di apertura. Il moscovita, in seguito, ha letteralmente travolto Zverev, conseguendo la vittoria di ben cinque giochi di fila. Nella seconda frazione non è mutato di molto il tenore della gara. Kachanov ha continuato a realizzare una prestazione priva di sbavature, sebbene abbia lievemente diminuito il ritmo del proprio gioco, mentre Zverev ha perseverato nel condurre una prova ben al di sotto delle proprie possibilità, costellata di gratuiti, disseminati soprattutto nella seconda metà della frazione. Il tennista russo, infine, con due break raggiunti al sesto e all’ottavo gioco, si è aggiudicato il set per 6-2 ed il passaggio alle semifinali.

[6]D.Thiem b. [16]J.Sock 6-4 4-6 6-4

Il giocatore statunitense ha avuto un impatto con la gara particolarmente favorevole, dove ha saputo prendere l’iniziativa con molta determinazione, a tal punto da portarsi rapidamente sul 3-0 con un break di vantaggio. Mentre Thiem è sembrato poco motivato, praticando un tennis macchinoso e rivelandosi poco incline a prendersi dei rischi nel corso degli scambi. Anche nelle fasi successive della frazione non è stato in grado di opporre all’avversario un’efficace strategia di gioco, sebbene al settimo gioco sia riuscito a recuperare il break di ritardo. Il parziale si è infine deciso al decimo game, sul 5-4 in favore di Sock, quando l’austriaco ha ceduto il secondo break della gara ed ha consegnato direttamente il set al tennista del Nebraska. All’inizio della seconda partita l’austriaco ha continuato a soffrire i ritmi elevati imposti dall’americano, in particolare, ha avuto difficoltà a contenere le sue frequenti accelerazioni di diritto in top spin, realizzate da ogni parte del campo. Nelle fasi centrale del parziale, tuttavia, dopo aver rischiato di perdere il servizio al quarto game, si è aggiudicato il primo break della gara nel gioco seguente. Successivamente, non senza problemi, Thiem ha conservato il vantaggio, fino alla conquista del set per 6-3. Nella frazione decisiva, invece, si sono invertite le parti, in quanto Thiem ha preso il mano le redini del gioco, approfittando di un calo di rendimento dello statunitense. Al quinto gioco si è avvantaggiato di un break, che in seguito ha mantenuto fino alla vittoria del set per 6-4 e dell’incontro. Soltanto all’ottavo game ha rischiato di pregiudicare il vantaggio, quando si è visto costretto ad annullare ben due palle del contro break.

Le dichiarazione del tennista russo:

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy