Atp Parigi-Bercy, l’analisi del tabellone

Atp Parigi-Bercy, l’analisi del tabellone

Nadal trova, ancora una volta, sulla sua strada il bulgaro Grigor Dimitrov, sorteggio positivo per Roger Federer, la cui partecipazione, tuttavia, è ancora in dubbio.

L’ultimo Master 1000 dell’anno sarà, come spesso capita, foriero di verdetti e sentenze decisive. A Parigi, infatti, si decideranno gli ultimi due partecipanti alle Atp Finals di Londra e, probabilmente, si capirà se il sogno di Federer di scalzare Nadal dalla vetta della classifica potrà trasformarsi in una concreta speranza. Se Federer dovesse trionfare a Basilea, infatti, si presenterebbe a Parigi con 1460 punti di distacco da Nadal, tuttavia, la presenza dello svizzero al Master 1000 della capitale francese è ancora in dubbio.

parigidraw

Per lo svizzero il cammino a Parigi non sarebbe nemmeno troppo impegnativo; dopo un esordio soft con uno tra Herbert e Lopez, agli ottavi potrebbe incontrare Jack Sock, ai quarti uno tra Thiem e Anderson, per poi arrivare ad un’ipotetica semifinale contro David Goffin o Marin Cilic.

Discorso diverso per Rafael Nadal, che, oltre ad un sorteggio non proprio fortunato, dovrà anche dimostrare di aver recuperato totalmente dal fastidio al ginocchio che lo ha costretto al forfait a Basilea. All’esordio il maiorchino potrebbe vedersela con Mischa Zverev, sempre pericoloso sui campi indoor, agli ottavi sia Kachanov che Ramos-Vinolas potrebbero procurargli qualche grattacapo. Il quarto ipotetico lo vedrebbe opposto al connazionale Carreno Busta, ancora in corsa per la qualificazione alle Finals di fine anno, in semifinale potrebbe trovare uno tra Zverev e Dimitrov, non proprio una passeggiata di salute.

Sorteggio amaro per l’unico italiano in tabellone, Paolo Lorenzi, infatti, al primo turno se la vedrà con il padrone di casa Gael Monfils.

Tra i primi turni quattro partite meritano assolutamente un occhio di riguardo: la sfida tutto genio e sregolatezza tra Gasquet e Paire, lo scontro generazionale tra Verdasco e Rublev, la battaglia tra giovani Edmund – Pouille e tra veterani Ferrer – Mannarino.

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Camolli Marco - 1 mese fa

    Culerer !!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Danila Lunghi - 1 mese fa

    E ti pareva☺

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy