ATP Parigi: largo ai francesi, Benneteau elimina il talento Shapovalov

ATP Parigi: largo ai francesi, Benneteau elimina il talento Shapovalov

Oltre a Chardy e Gasquet, accede al secondo turno anche Krajinovic, uno dei tennisti più in forma del momento.

Non c’è tregua nel circuito maschile. Oggi è iniziato infatti l’ultimo Masters 1000 della stagione, che aprirà le porte di Londra ai migliori otto giocatori dell’anno. Si gioca a Parigi, per la precisione sul veloce cemento verde del Palais Omnisport di Bercy.

Poco dopo le 14 di oggi sono scesi in campo Krajinovic contro Sugita: entrambi stanno attraversando un momento di buona forma, in particolare il primo. Filip, tra l’altro, era già “rodato” nel torneo, in quanto ha dovuto giocare due turni di qualificazione prima di accedere al tabellone principale. La partita si preannunciava molto combattuta, ma in realtà è stato proprio il serbo ad imporsi nettamente nel primo e soprattutto nel secondo set, eliminando Yuchi che, attualmente, si trova 40 posizioni prima di lui in classifica ATP (77 e 38). Sappiamo, comunque, che il peccato maggiore di Krajinovic in questi anni di carriera è stato la discontinuità, anche se, tuttavia, è da luglio che non perde all’esordio in un torneo. Grazie all’importante aiuto del suo coach Petar Popovic, Filip può essere considerato uno dei tennisti più in forma del momento. Oggi non ha lasciato scampo a Sugita, breakkato per ben tre volte nel match anche grazie ad una solida prima di servizio (80 percento di punti realizzati), che il giapponese ha sofferto particolarmente. Nel secondo turno, Krajinovic affronterà il numero dieci del seeding Sam Querrey.

Al termine del match di cui sopra sono andati in scena due derby francesi: il primo tra Simon e Chardy, e il secondo tra Gasquet e Paire. Per quanto concerne la prima delle due partite, a sorpresa, Simon è stato eliminato, ed è stato Jeremy a qualificarsi per il secondo turno del torneo (in carriera, a Bercy il tennista di Pau non è mai andato oltre la seconda partita). In realtà, Chardy, all’inizio sembrava essere incappato in una delle sue classiche “giornate no”, in quanto aveva ceduto il primo turno di servizio commettendo quattro errori non forzati. Poi, si è ridestato ed ha iniziato a impostare la partita tenendo sempre alto il fattore “rischio”, come è solito fare, aiutato anche da un Simon che, va detto, dopo aver perso il primo parziale è totalmente uscito dalla partita e ha subito un secco 6-0.

Come da previsioni, invece, nella seconda partita in lingua totalmente transalpina a vincere è stato Gasquet, il quale rimpinza il bottino contro il suo connazionale Paire, che ora parla di cinque vittorie a zero per il nativo di Beziers. Al termine di un incontro durato tre set e un’ora e quarantasei minuti di gioco, Gasquet si è guadagnato il posto nella casella del tabellone in cui ad aspettare c’era Grigor Dimitrov.

Nell’ultimo match di giornata, a vincere è stato un altro giocatore francese: Benneteau (a cui è stata data una Wild Card, alla sua ultima partecipazione in un 1000) ha infatti eliminato Shapovalov. Il canadese, in pieno periodo di “dolori di crescita” ha subito un periodico 6-4 da parte del più esperto rivale e, come la settimana scorsa a Basilea, è stato costretto a farsi da parte per lasciare strada ad un francese (in svizzera era stato Mannarino, poi vittima di Federer).

ATP Parigi, primo turno:

F. Krajinovic b. Y. Sugita 6-4 6-2

[WC] J. Benneteau b. D. Shapovalov 6-4 6-4

J. Chardy b. G. Simon 6-3 6-0

R. Gasquet b. B. Paire 6-3 4-6 6-4

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy